27 novembre 2020
Aggiornato 01:00
Calciomercato-Milan

Il Milan cinese ha scelto il nuovo bomber: Dolberg

Il futuro direttore sportivo del Milan cinese è rimasto folgorato dalle prestazioni del giovanissimo danese dell’Ajax, capace già di segnare 11 gol in stagione, tra Eredivisie, qualificazioni Champions e Europa League. Sulle sue tracce ci sono già diversi club europei, ma Mirabelli sembra intenzionato a non lasciarselo scappare.

MILANO - Probabilmente non sarà a gennaio, soprattutto se - dopo il probabile ennesimo slittamento del 13 dicembre - toccherà segnare sul calendario un’altra data per il closing. Ma per giugno il Milan potrebbe aver individuato il nome giusto a cui affidare, e per diversi anni, le chiavi dell’attacco rossonero. Si stratta del giovanissimo Kasper Dolberg, baby bomber dell’Ajax (classe 1997) buttato nella mischia dai Lancieri dopo la cessione di Milik. I suoi numeri parlano chiaro: in Eredivisie, 13 partite condite da 8 gol e 2 assist; 1 gol e 1 assist in 4 partite di qualificazioni Champions e 2 gol e 1 assist in Europa League.

Dolberg e Bazoer

Il biondissimo centravanti danese, già all’esordio anche nella nazionale maggiore del suo paese, pare aver letteralmente stregato il futuro direttore sportivo Massimiliano Mirabelli. Nel corso di uno dei suoi frequentissimi viaggi di queste ultime settimane per monitare i nuovi talenti da portare a Milanello (nel mirino c’era l’altro gioiellino dell’Ajax Bazoer) l’ex capo degli osservatori dell’Inter è stato praticamente folgorato dall’energia e dalla capacità realizzativa di Dolberg.

Almeno 10 milioni

Il suo valore di mercato si è già impennato oltre i 10 milioni di euro e probabilmente, specie se il ragazzino dovesse continuare a far gol con questa frequenza, salirà ancora di più nei prossimi mesi. Malgrado questo, sulle sue tracce ci sono diversi già club europei ed anche il Napoli che, dopo l’acquisto di Milik della scorsa estate, non disdegnerebbe il colpo bis dal club di Amsterdam.

Il nuovo Milan cinese però non intende mollare la presa e, magari approfittando della prossima cessione di Bacca al Siviglia o al Paris Saint Germain, si farà sotto con un’offerta ufficiale appena firmato il closing. Ragione in più per affrettare il più possibile le pratiche di cessione del club. Il mercato non può attendere.