16 ottobre 2019
Aggiornato 21:00

Tassotti annuncia: «Matri e Paletta torneranno al Milan»

L’ex terzino e vice allenatore rossonero si è soffermato a parlare dei due calciatori attualmente in prestito e che l’anno prossimo potrebbero tornare al Milan: «Se il Milan giocherà una coppa europea servirà una rosa più allargata per affrontare tutte le competizioni».

MILANO - Sono giorni delicati questi in casa Milan. Le numerose indiscrezioni di mercato che arrivano dal nord Europa impongono riflessioni approfondite su quello che potrebbe essere il futuro dell’ex club più titolato al mondo. Tutti i grandi club del vecchio continenti sembrano intenzionati a fare la fila in via Aldo Rossi per tentare di strappar via al Milan i suoi talenti, da Donnarumma a Romagnoli, da Bonaventura a Bacca, e il timore di una diaspora a Milanello è sempre più concreto.

Fuga da Milanello

Oltre quelli che potrebbero essere ceduti, in Casa Milan si studia anche l’ipotesi di altri addii, quelli conseguenti alla scadenza di contratto, ed è il caso di ben tre difensori centrali rossoneri: Alex, Mexes e Cristian Zapata. 

L’unica cosa sicura è che sarà necessario rimpolpare la rosa che potrebbe venire seriamente depauperata nel prossimo mercato estivo. Ed allora ecco la risposta ai tanti interrogativi dei tifosi rossoneri, fornita da Mauro Tassotti, storico vice allenatore di Ancelotti, Allegri, Seedorf, Inzaghi e attualmente osservatore del club di via Aldo Rossi. 

Tassotti: «Servirà una rosa allargata»

L’ex terzino, interpellato da Omniasport, ha parlato del futuro di alcuni calciatori di proprietà del Milan e in questo momento in prestito in giro per l’Italia: «Bisogna vedere quali saranno le esigenze della squadra nella prossima stagione. Se il Milan giocherà una coppa europea servirà una rosa più allargata per affrontare tutte le competizioni. Paletta è in prestito all’Atalanta e potrebbe tornare utile visto che attualmente in difesa ci sono diversi giocatori in scadenza di contratto. Anche Matri, che è in prestito alla Lazio fino a giugno, potrebbe tornare in rossonero in estate».

La paura dei tifosi

Il timore dei tifosi milanisti è che con questo tipo di operazioni il mercato in entrata possa già essere concluso, sulla falsa riga di quanto già accaduto negli ultimi anni (esclusa naturalmente l’ultima estate spendacciona). Con buona pace del popolo rossonero che ancora sotto sotto spera in un rilancio in grande stile di quello che una volta era il club più titolato al mondo.