19 maggio 2019
Aggiornato 20:00

Milan, è Moutinho il nome nuovo per il centrocampo

Il suo club, il Monaco, è stato appena eliminato nei playoff di Champions League e questo potrebbe agevolare la trattativa. Ma il ragazzo è attualmente infortunato e sarà fuori almeno fino alla fine di settembre. L’alternativa, sfumato Illaramendi ormai del Real Sociedad, è sempre Witsel, anche se c’è da sconfiggere la concorrenza della Juve. Soriano è l’ultima opzione.

MILANO - Ormai manca davvero poco alla chiusura del mercato, alle ore 23.00 di lunedì 31 agosto i giochi saranno definitivamente fatti. Comprensibile che non ci sia più molto tempo per intavolare trattative, fare congetture, ipotizzare prestiti con diritti o obblighi. Per le squadre bisognose di mettere a punto la rosa in vista di un campionato lungo e stressante come quello italiano è il momento di chiudere il cerchio e provare a migliorare una rosa che, nel caso del Milan, malgrado i quasi 85 milioni già spesi palesa ancora più di qualche lacuna.

Berlusconi: no a Soriano
Lacuna evidenziata (qualora ce ne fosse ancora bisogno) dalla inopinata sconfitta contro una pugnace Fiorentina, brava a colpire il Milan laddove i buchi rossoneri erano evidenti: centrocampo e - di conseguenza - difesa. È stata proprio la partita persa all’esordio in campionato contro i viola a scatenare la rabbia di Silvio Berlusconi, tanto da bloccare immediatamente la nota di credito nei confronti di Sinisa MIhajlovic e l’acquisto di Soriano dalla Sampdoria, fortemente voluto dal tecnico serbo.
Per fortuna, perché noi lo ripetiamo da diversi giorni che al Milan servirebbe ben altro che l’ennesima mezzala/trequartista, Soriano appunto, seppur già in sintonia con l’allenatore per aver già lavorato con lui negli ultimi due anni in blucerchiato. 

Joao Moutinho, il nome nuovo per la mediana
Le esigenze sono altrove e sembra che anche a Milanello se ne siano resi conto. Va letta in quest’ottica l’improvvisa virata su Joao Moutinho, esperto regista portoghese del Monaco, considerato uno dei migliori nel suo ruolo. Cresciuto nello Sporting Lisbona e trasferitosi al Porto nel 2010, il regista lusitano classe ’86 è approdato al club monegasco nel 2013 in coppia con il fenomeno James Rodriguez per la somma complessiva di 70 milioni di euro.
Con la maglia del Monaco Moutinho si è tolto diverse soddisfazioni, non ultima quella di disputare un’eccellente edizione della Champions League, la scorsa, conclusa per mano della Juventus poi finalista contro il Barcellona.

Moutinho è attualmente infortunato
Oggi la valutazione di Moutinho, in scadenza con il club monegasco nel 2018, si aggira sui 20 milioni di euro, una cifra importante considerando anche la carta d’identità del calciatore. Ma il valore assoluto del centrocampista (ben 76 presenze in nazionale accanto a Cristiano Ronaldo) non è in discussione e la recente eliminazione del Monaco dai playoff di Champions League per mano del Valencia potrebbe favorirne la cessione. L’unica controindicazione - invero piuttosto fastidiosa - è che Moutinho è attualmente infortunato per un problema alla caviglia e resterà fuori presumibilmente fino alla fine di settembre.
Per un Milan bisognoso di innesti di qualità immediati ed efficaci questo potrebbe essere un problema non da poco.

Witsel in orbita Juventus
Inutile aggiungere che sullo sfondo appare ancora il profilo riccioluto di Axel Witsel, mezzala accostata al Milan fin dall’inizio del mercato. Malgrado le difficoltà iniziali dettate dalle richieste esagerate del Zenit (35 milioni), pare che adesso si sia ammorbidito sia il club che il calciatore, lusingato dall’opportunità di vestire la casacca rossonera. Sul centrocampista belga però ha ripreso corpo l’offensiva della Juventus, sempre alla ricerca di un uomo d’ordine in mezzo al campo.
Soriano resta sullo sfondo, come ultima opzione in caso di fallimenti su tutta la linea. Ruolo non proprio gratificante per il centrocampista azzurro ma al Milan non è più possibile sbagliare. Per non rendere inutile un investimento di quasi 100 milioni di euro.