22 maggio 2019
Aggiornato 21:00

Milan, caccia al nuovo Mister X per il centrocampo: 4 i nomi in lizza

Dopo le parole del presidente Berlusconi al termine del match vittorioso contro il Perugia, si infittiscono le analisi di mercato per individuare il possibile nuovo acquisto per la mediana rossonera. Il favorito sembra Soriano della Sampdoria, ma la trattativa con lo Zenit per Witsel è ancora aperta. E a sorpresa spuntano fuori i nome di Illaramendi e Xavi Alonso.

MILANO - «Il centrocampista? Siamo sulla buona strada per prenderlo, il nome lo sapete tutti». Con queste parole pronunciate in uno slancio di euforia post-vittoria, un entusiasta Silvio Berlusconi, ancora sotto i piacevoli e inebrianti effetti di un Milan finalmente bello e vincente, ha commentato le insistenti voci di mercato che vorrebbero il club rossonero alla caccia di un nome nuovo per il centrocampo.
A scanso di equivoci va detto che un eventuale nuovo arrivo per Sinisa Mihajlovic, anche alla luce delle nuove regole imposte dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio secondo cui ogni squadra non potrà avere in rosa più di 25 calciatori (esclusi i nati dopo il 1 gennaio 1994), non sarà possibile se prima qualcuno non lascerà il proprio armadietto a Milanello. E qui l’affare si complica visto che, tanto per cambiare, sembra proprio che chiunque arrivi al Milan poi non voglia più andar via per nessuna ragione al mondo. Nella situazione specifica è Nocerino il principale indiziato a salutare la compagnia, ma non sono esclusi clamorosi colpi di scena riguardanti magari Honda, Poli o addirittura capitan Montolivo.

Soriano il favorito, ma sicuri che sia l’uomo giusto?
Chiarita questa fondamentale premessa, arriviamo al totocentrocampista o, come piace tanto agli esperti di mercato, proviamo a delineare il profilo del nuovo Mister X rossonero, perché malgrado Berlusconi affermi che tutti sappiamo di chi si tratta, non è poi così scontato. Il nome più gettonato è senza dubbio quello di Roberto Soriano, mezzala classe ’91 della Sampdoria che Mihajlovic rivorrebbe volentieri accanto a sè. Dalla sua il prezzo abbordabile del ragazzo cresciuto in Germania, vincolato da una clausola rescissoria di 10 milioni e quindi alla portata del Milan. Ma Silvio Berlusconi è sembrato scettico sull’operazione e come lui, anche molti operatori di mercato. La ragione è presto spiegata: l’arrivo di Soriano in rossonero non aggiungerebbe nulla al Milan attuale. Dal punto di vista quantitativo Mihajlovic può già contare su una batteria imponente di mezze ali e trequartisti; da quello qualitativo, con tutta la stima per il centrocampista blucerchiato, Soriano non sembra di caratura superiore ai vari Bertolacci, Bonaventura, Montolivo, Honda etc. etc., già in rosa.

Sempre valida l’opzione Witsel
Ecco allora tornare in auge il nome di Axel Witsel, già accostato ai colori rossoneri nel corso di questa lunga estate calda. Il problema del belga è la valutazione che lo Zenit San Pietroburgo continua a dare del suo cartellino, circa 35 milioni. Ovvio che sulla base di queste cifre non ci sia trattativa, ma secondo quanto si mormora in ambienti vicini al club rossonero, all’inizio della prossima settimana potrebbe esserci un nuovo contatto tra i mediatori di questa operazione e alcuni rappresentanti della società milanista. I rossoneri puntano ad averlo per 25 milioni con pagamento dilazionato, anche se i russi non sembrano disposti ad accettare. Però il ragazzo sembra aver manifestato l’intenzione di cambiare squadra e alla fine ci si potrebbe mettere d’accordo. In ottica Milan, a differenza di Soriano, Witsel potrebbe sul serio garantire quel valore aggiunto per impreziosire il reparto rossonero e quindi sarebbe ben accetto a Milanello.

Le alternative spagnole: Illaramendi e Xavi Alonso
Ma non è finita qui, perché come spesso abbiamo sottolineato, più che di un’ennesima mezzala il Milan avrebbe bisogno di un vero e proprio regista.  Per questo ha iniziato a farsi strada una doppia idea spagnola per il centrocampo del Milan. La prima porta a Madrid, dove il basco Asier Illarramendi, dopo l’arrivo dell’ex interista Kovacic potrebbe avere la strada definitivamente chiusa e il Real quindi sembra disposto ad accettare una cessione in prestito con diritto di riscatto e recompra, come nel caso di Morata alla Juventus. Poi ci sarebbe Xavi Alonso, da sempre inseguito dall’ad rossonero ed ora in esubero al Bayern Monaco dove Guardiola pare aver trovato in Thiago Alcantara, Hojbjerg e Kimmich delle valide alternative al regista della nazionale spagnola. Operazione complicata, ma non impossibile, vista anche l’età (classe ’81) dell’esperto centrocampista iberico. 

Quattro nomi per un posto in rosa al Milan. Chi la spunterà?