21 maggio 2019
Aggiornato 05:30
Ricerca USA

Svelato il mistero della «sindrome da stress post traumatico»

Sarebbe provocata da lesioni cerebrali ben precise. Ciò potrebbe spiegare almeno in parte i problemi psicologici e di reinserimento sociale incontrati da numerosi veterani

NEW YORK - Una ricerca statunitense ha svelato il mistero dei danni cerebrali provocati dalla «sindrome da stress post-traumatico», un fenomeno comparso per la prima volta nel corso della Prima Guerra Mondiale e che da allora ha colpito numerosi veterani.

Come riporta il quotidiano britannico The Independent, secondo i ricercatori della Johns Hopkins University la sindrome provocherebbe un tipo di lesione cerebrale ben definita che interessa zone fondamentali della corteccia, compresi i lobi frontali che presiedono ai processi decisionali e al ragionamento.

Ciò potrebbe spiegare almeno in parte i problemi psicologici e di reinserimento sociale incontrati da numerosi veterani: secondo le stime di alcune ong oltre 50mila reduci dalle guerre in Iraq o in Afghanistan potrebbero andare incontro a problemi psicologici nel corso dei prossimi anni.