25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Elezioni Usa 2016

Trump presidente, Meloni: «Il popolo ha vinto e anche in Italia il 4 dicembre accadrà lo stesso»

Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America. In Italia il centrodestra esulta e la presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale plaude alla vittoria del popolo statunitense contro le elite di Wall Street

ROMA – Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America. A sorpresa l'immobiliarista newyorkese ha sbaragliato i sondaggi elettorali e la rivale democratica Hillary Clinton, conquistando i 270 grandi elettori. In Italia si sono succedute una dopo l'altra le varie reazioni del mondo politico e il centrodestra plaude al successo di Trump. Per la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, il «popolo ha vinto contro le elite di Wall Street».

Trump è il 45esimo presidente Usa
Donald ha vinto. Hillary Clinton conclude oggi la sua carriera politica e l'immobiliarista newyorkese entra ufficialmente nella storia. Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America e a breve si trasferirà nello Studio Ovale della Casa Bianca. Immediate le reazioni del mondo politico internazionale, perché la vittoria di Donald Trump ha colto (quasi) tutti di sorpresa. In Italia il centrodestra esulta. Il primo a commentare il risultato della lunga notte americana è stato il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, in diretta dalla Camera. E alle sue parole sono seguite poco dopo quelle della presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale, Giorgia Meloni.

Meloni: Il popolo ha vinto contro le élite di Wall Street
«Negli Stati Uniti il popolo ha vinto contro le élite, Wall Street, gli speculatori finanziari, la grande stampa e il pensiero unico dominante», ha scritto la Meloni sul suo profilo Facebook. Donald Trump ha conquistato «la clamorosa vittoria» alle presidenziali americane perché la popolazione si è ribellata «all'establishment politico, economico e mediatico da troppo tempo asservito agli interessi dei grandi gruppi di potere e sempre più lontano dalle reali esigenze della gente comune», ha proseguito la presidente di Fratelli d'Italia. E il pensiero corre subito all'imminente appuntamento dell'elettorato italiano con il referendum costituzionale.

Fratelli d'Italia presenterà un'interrogazione contro Renzi
«In Italia il 4 dicembre accadrà lo stesso: il popolo non seguirà i diktat dei radical chic, dell'intellighenzia e delle lobby, ma voterà per riappropriarsi della sua sovranità e mandare a casa un governo non eletto da nessuno», ha sottolineato la Meloni ed ha aggiunto che «Renzi dice che collaborerà con Trump. Ma non farà in tempo perché il nuovo Presidente degli Stati Uniti si insedierà il 20 gennaio 2017, quando Renzi sarà già a casa da un mese...». Secondo la leader di FdI negli ultimi giorni diversi componenti del Governo hanno «irresponsabilmente» accantonato il loro ruolo istituzionale di rappresentanti della Repubblica Italiana e si sono lasciati andare a dichiarazioni di sostegno a Hillary Clinton e di dura avversione a Donald Trump. «Si sono messi a fare i supporter» della Clinton il ministro degli Esteri Gentiloni, il ministro Boschi, perfino il premier Renzi. «Ora per colpa di questi spregiudicati incompetenti l'Italia si ritrova indebolita nei suoi rapporti internazionali con gli Stati Uniti della nuova presidenza Trump e Fratelli d'Italia chiederà conto di tutto questo con una interrogazione parlamentare», ha concluso la Meloni.