19 ottobre 2019
Aggiornato 14:00
Parla il presidente di banca Intesa Russia

Fallico: «Nell'interesse di operatori e cittadini europei, rilanciamo il dialogo con Mosca»

Al via il terzo Forum Euroasiatico su Innovazione e Internazionalizzazione a Verona. Antonio Fallico, presidente Intesa Russia e di Associazione Conoscere Eurasia, nella sua relazione di apertura, sottolinea che il vertice non «ignora» la delicata situazione geopolitica ed economica che segna i rapporti tra Europa e Russia: «Non solo economia, a rischio la pace nel mondo».

VERONA - Al via il terzo Forum Euroasiatico su Innovazione e Internazionalizzazione che si apre oggi a Verona. Antonio Fallico, presidente Intesa Russia e presidente di Associazione Conoscere Eurasia, nella sua relazione di apertura, ci tiene a sottolineare che il vertice non «ignora» la delicata situazione geopolitica ed economica che segna i rapporti e le relazioni tra Europa e Russia.

SANZIONI PRETESTUOSE E STRUMENTALI - Il presidente di Intesa Russa si scaglia contro le sanzioni che Bruxelles ha inflitto alla Russia di Putin e afferma: «Le vicende ucraine sono la cartina di tornasole di uno scontro geopolitico senza precedenti che non si maschera più della vetera ideologia della lotta tra l'impero del Bene e quello del Male sfociata nella caduta dell'Unione Sovietica. Sembrano, infatti, pretestuose e strumentali le sanzioni emanate contro la Russia sulla base di congetture, smentite poi da fatti acclarati, o addirittura a seguito dei concreti risultati positivi conseguiti con il cessate il fuoco del 5 settembre scorso nell'Est dell'Ucraina».

PACE NEL MONDO A REPENTAGLIO CON CONFLITTO UCRAINA - Fallico prosegue il suo intervento a Verona affermando che proprio per questo oggi non si possono «ignorare le tensioni geopolitiche internazionali che minacciano seriamente non soltanto lo sviluppo delle relazioni economiche e commerciali tra Est e Ovest e la crescita dell'economia globale, ma mettono realmente a repentaglio la pace nel mondo. Non a caso papa Francesco - ha avvertito Fallico - spesso rivolge il suo accorato appello contro i produttori di armi che fomentano costantemente le innumerevoli guerre regionali che devastano il nostro pianeta»

SERVE IL DIALOGO RUSSIA-UCRAINA «Da questo Forum - ha ribadito Fallico - vogliamo ribadire che i popoli e gli operatori economici italiani, europei e americani hanno l'esigenza che la forza della realtà e le ragioni dello sviluppo economico e sociale debbano prevalere sulla forza delle armi». Secondo quanto affermato dal presidente di Banca Intesa Russia e Associazione Conoscere Eurasia, l'obiettivo concreto della terza edizione del Forum Euroasiatico «è la necessità di affermare il dialogo già timidamente ripreso durante il meeting dei Paesi dell'Aseam, svoltosi a Milano il 16 e 17 ottobre scorsi. E rilanciarlo con convinzione e determinazione sulla base dei genuini interessi dell'Italia e dell'Europa, inducendo i governi interessati a recedere da qualsiasi sanzione».