26 maggio 2019
Aggiornato 01:30
Il senatore del Pd sul nodo immigrazione

Latorre: «Accogliere tutti produce disastri»

«L'accoglienza è tale finché è gestibile»: così il senatore del Pd, Nicola Latorre intervistato dal Messaggero commenta gli ultimi fatti di cronaca relativi all'immigrazione nel nostro Paese e auspica ad una diversa distribuzione dei migranti nel Paese: «I centri non devono accogliere un numero di persone illimitato ma un numero che può essere controllato»

La crisi dei Marò

M5S: «Dopo tre anni finalmente un atto concreto per i Marò»

Per i parlamentari del Movimento 5 Stelle: «Arbitrato internazionale strada impervia ma risolverà querelle». Pedica (PD): «Odissea deve finire, bene arbitrato». Commissioni Esteri e Difesa: «Istituzioni e paese uniti per marò»

La crisi internazionale va combattuta con l'unità

Serracchiani e Latorre: «Nella lotta all'Isis le armi sono l'ultima risorsa»

Non basta l'azione militare per sconfiggere il piano terroristico dell'Isis. La governatrice del Friuli Venezia Giulia è convinta che le armi siano, infatti, l'ultima risorsa da mettere in campo per risolvere la questione dello Stato islamico. Anche Latorre è sulla stessa lunghezza d'onda: il progetto terroristico va combattuto con l'unità di cristiani, musulmani e laici.

Rinforzare la difesa

Scivolata d'ala di Pinotti sugli F-35

Il ministro della Difesa, in un'audizione in commissione al Senato, torna a parlare di F-35: il programma va avanti e l'accordo dovrà essere firmato entro la fine dell'anno. Il presidente Pd della commissione Difesa a Palazzo Madama, Nicola Latorre, si dice soddisfatto delle parole del ministro, mentre lamentele si alzano dai senatori 5 Stelle.

Sollecitato l'intervento della comunità internazionale

Prima seduta del Parlamento a Tobruk, giurano i Deputati

I Deputati dell'Assemblea parlarmentare libica uscita dalle urne il 25 giugno scorso hanno prestato giuramento durante la prima riunione formale tenutasi oggi a Tobruk, 1.500 chilometri a est di Tripoli, a causa dei continui scontri tra milizie rivali in atto da settimane nella capitale.

Politica estera

Cambio di rotta sui marò, il dopo De Mistura passa per un arbitrato internazionale

Il ministro degli Esteri Federica Mogherini ha spiegato: «E' stato avviato un percorso di procedura internazionale». «Da oggi comincia una fase nuova, che ha bisogno di nuove figure di riferimento, a partire da un collegio di esperti che agirà sotto la guida di un coordinatore» ha commentato. Plausi dalla politica, unica critica la Lega