24 giugno 2019
Aggiornato 10:30
Polemica dopo la video inchiesta del Corriere della Sera

Calderoli: «Mercato uteri in affitto è orrore disumano»

Duro il Senatore della Lega Nord: «È mercato vite umane, bambini equiparati a oggetti commerciali». Quagliariello (idea): «Emerge la realtà». Carfagna (Forza Italia): «Utero in affitto in Italia è e resta reato». Gasparri: «Legge su unioni civili apre al commercio di figli».

Continua il dibattito sulle unioni civili

Fratelli d'Italia indignati: «Vendola si compra un bambino»

Il capogruppo Fabio Rampelli: «Il leader di Sel applica l'utero in affitto, dunque è colpevole della mercificazione del corpo femminile. Non riesco proprio a fargli gli auguri»

Duello sulla legge Cirinnà

Meloni sfida Renzi sull'utero in affitto

Il premier ribadisce il suo «no» alla pratica anche all'estero, ma la presidente di Fratelli d'Italia vuole che alle parole seguano i fatti: «Se fa sul serio renda perseguibile il reato anche commesso fuori dal nostro Paese»

Family day 2016

«Vogliamo la diversità: un papà e un mamma»

Folla al Circo Massimo per dire no al ddl Cirinnà: «Siamo qui per la famiglia e non contro qualcuno». Il portavoce Gandolfini: «Il ddl Cirinnà non è accettabile dalla prima all’ultima parola».

In vista del voto al Senato

Boldrini detta la linea al Parlamento: «Le adozioni gay sono doverose»

Dopo il caso del Pirellone, con l'adesione della regione Lombardia al Family day, a far discutere oggi è la presa di posizione della presidente della Camera, Laura Boldrini, a favore della stepchild adoption. Forza Italia: «è fuori luogo». Lega: «intervenga Mattarella».

«Sarà il Parlamento a decidere»

Unioni civili, Renzi darà libertà di coscienza

Sul nodo della «stepchild adoption» al dunque deciderà però il Parlamento. È quanto è emerso dopo una riunione di Renzi con i capigruppo Pd e il ministro Boschi a palazzo Chigi. Renzi ha ribadito l’intenzione di non forzare sulle unioni civili, «lasciando alle Camera la possibilità di decidere autonomamente».

Ddl Cirinnà

Sacconi: «Né similmatrimoni né similadozioni per i gay»

Il Senatore dell'NCD avvisa la maggioranza: «E' possibile solo un voto unanime sui diritti dei conviventi». Più morbido Cicchitto: «Evitare chiusure ideologiche». Della Vedova: «Sì a stepchild adoption per i gay, no a compromessi»