28 giugno 2017
Aggiornato 19:00
> <
RSS

Maduro «corteggia» Putin su greggio a 70 dollari?

Possibile l'arrivo a Mosca del tandem venezuelano Rodriguez-Del Pino, che già ha visitato l'Iran, il Qatar, l'India, l'Oman e l'Arabia Saudita dopo che ai primi di agosto, il presidente Nicolas Maduro ha esortato tutti i player del mercato petrolifero a lavorare sul bilanciamento del prezzo di un barile di petrolio a 70 dollari.

Saipem entra nel mercato cinese

La controllata ENI è tornata a brillare a Piazza Affari. Il titolo è stato spinto fra i più brillanti della Borsa italiana dall'annuncio della creazione di una joint venture con il colosso cinese PetroChina. Intanto ieri la Consob ha comunicato che Dodge & Cox ha raddoppiato la propria partecipazione al 10,4%, diventando il secondo azionista.

Il filo diretto fra Pechino e Mosca porta la firma Gazprom

I rapporti fra Russia e Cina sono ad «alti livelli, senza precedenti», ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov durante un incontro con il suo omologo cinese Wang Yi. Per il Dragone i russi sono il nono partner commerciale e l'anno scorso i rapporti di scambio sono cresciuti del 7%, raggiungendo i 95,3 miliardi di dollari. L'intesa si basa su gas, petrolio e ora anche finanza

Putin: «E' ora di punire gli speculatori»

Immediatamente dopo le parole del Presidente russo sono iniziati i rumors e si sono levate accuse da più parti. Dita puntate su personaggi che sino a poco tempo fa venivano considerati degli intoccabili. L'inizio di settimana, con la moneta russa maglia nera e le forti critiche alla banca centrale, ha preparato il terreno per mettere in discussione anche chi, in discussione, non lo era mai stato.

Le sanzioni affogano l'export italiano

Antonio Fallico, presidente di Banca Intesa Russia e dell'Associazione Conoscere Eurasia, afferma che domani dall'Istat arriverà la conferma del dato di agosto, che sconta una contrazione dell'export italiano in Russia di oltre il 16%, con una perdita - da gennaio a agosto - di quasi 3 miliardi di euro.

Crisi Russia-UE, in Germania a rischio 50 mila posti di lavoro

Il Comitato Est dell'Economia tedesca, che rappresenta gli interessi delle aziende tedesche nell'ex Unione Sovietica e in Europa orientale, spiega che «è possibile che alla fine dell'anno il commercio con la Russia vedrà le esportazioni ridotte dal 20 al 25%. Questo riguarderà circa 50 mila posti di lavoro in Germania». Statoil: «Alleanza strategica con Rosneft continua».

Rosneft nel mirino americano

Rosneft «è la società petrolifera più grande della Russia e il terzo più grande produttore di gas», secondo lo stesso Dipartimento del Tesoro statunitense. Ma soprattutto un partner per la major americana ExxonMobil, per la britannica Bp e per l'italiana Pirelli. Nonchè in trattative per l'acquisto di un pezzo della Morgan Stanley.

Pirelli e Rosneft, accordi commerciali rafforzati

Pirelli e Rosneft hanno siglato due accordi preliminari che consolidano e ampliano la loro cooperazione industriale e commerciale. Uno prevede l’apertura di nuovi punti vendita Pirelli attraverso il network di stazioni di rifornimento di Rosneft, mentre l’altro prevede la cooperazione nella produzione e fornitura di gomma sintetica.

> <