22 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Ritorna la ricerca sulla clonazione

Clonazione: si riparte con le cellule «travestite» da spermatozoi

Dopo 18 anni di stop riprendono le ricerche sulla clonazione. Il merito va a una ricerca italiana che ha messo a punto una nuova tecnica che utilizza cellule «travestite» da spermatozoi per ingannare l’ovulo

Clonazione

Il ritorno del mammut clonato

Scienziati giapponesi ci provano. Al via il progetto che forse spiegherà le cause della sua estinzione

Clonazione animale

Per il compleanno Dolly finisce nel piatto

E’ quanto afferma la Coldiretti nel ricordare che il 22 febbraio del 1997, gli scienziati del Roslin Institute in Scozia avevano annunciato la nascita della pecora Dolly

Conferma del divieto della Commissione Europea alla clonazione animale

«Bene stop UE a pecora dolly nel piatto»

E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare la volontà di «mantenere lo status quo, ossia la situazione attuale», che vieta la clonazione degli animali a fini alimentari

Clonazione animale

Italiani bocciano carne e latte clonati a tavola

E’ quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel corso del primo question time in campagna al quale è intervenuto il Ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia

Clonazione: il Parlamento europeo invita la Commissione a vietarla

Vietare la clonazione degli animali per scopi alimentari

Le principali riserve sono legate al fatto che la clonazione costituisce una minaccia per il benessere degli animali, la diversità genetica, la fiducia dei consumatori e l'immagine e la sostanza del modello agricolo europeo

Sicurezza alimentare

Animali clonati: no dell'ADOC alle ipocrisie europee!

Secondo un parere dell’Efsa, l’Authority europea per la sicurezza alimentare, gli animali clonati presentano gravi problemi di salute, al contrario degli alimenti che ne derivano

Non è solo un problema di sicurezza alimentare, ma anche una questione di carattere etico

Clonazione: un fermo “no” della CIA

Per la Confederazione il rapporto dell’Efsa, secondo il quale carni e latte provenienti da animali clonati non presenterebbero «differenze sostanziali» con quelle degli altri animali, va respinto con determinazione