13 dicembre 2018
Aggiornato 16:19

L’Europa è pazza di Piatek: ecco dove può finire a giugno

Il centravanti del Genoa è capocannoniere della serie A e i suoi gol non stanno passando inosservati
Krzysztof Piatek, centravanti polacco del Genoa
Krzysztof Piatek, centravanti polacco del Genoa (ANSA)

GENOVA - E’ la rivelazione del primo scorcio di campionato, è il capocannoniere della serie A, ha segnato in tutte le partite sin qui giocate (Coppa Italia compresa): Krzysztof Piatek ha conquistato i tifosi del Genoa, impazziti per le prodezze del centravanti polacco classe 1995, ma anche quelli del resto d’Italia che prima dello scorso agosto non avevano probabilmente mai neanche sentito nominare questo attaccante dal nome e cognome complicatissimi da pronunciare (e da scrivere) ma dal gol facile, talmente facile da superare in un batter d’occhio il record di Andrij Shevchenko come reti consecutive nelle prime gare di serie A e che reggeva ormai da quasi vent’anni. E’ bravo Piatek, è bravo e deciso, ha carattere oltre che essere un centravanti vecchio stampo, uno di quelli che sa dove arriverà il pallone, lo stoppa e tira, senza starci a pensare più di tanto.

Asta

Non è facile fare gol nel campionato italiano, figuriamoci al primo anno, senza conoscere la lingua e per di più in una squadra di medio livello come il Genoa che non è solita creare tantissime palle gol nell’arco di una partita. Tutti segnali che portano alla valutazione che ci si trovi di fronte ad un potenziale grande calciatore e che, logicamente, hanno fatto drizzare le antenne a diversi direttori sportivi d’Italia e d’Europa. Interessate a Piatek sono infatti Juventus, Inter e Milan in serie A, con i nerazzurri che puntano a ripetere l’acquisto di Diego Milito proprio dal Genoa nell’estate del 2009 e sembrano avanti anche nel gradimento dell’attaccante. Ma attenzione all’estero, perché sul centravanti genoano hanno posato gli occhi sia il Bayern Monaco che il Barcellona che non possono garantire a Piatek un posto da titolare (non subito almeno) ma che riscuotono indubbiamente molto fascino. Ciò che è certo è che a giugno si scatenerà un’asta importante per la punta polacca, con Enrico Prezioso pronto ad accontentare l’offerta più alta che permetta al Genoa di impostare l’intera campagna acquisti per la prossima stagione.