Sport | Calciomercato

Milan-Politano, contatto: discorsi avviati per portare l’attaccante in rossonero

Nel corso della trasferta romana, in occasione della finale di Coppa Italia, la dirigenza del Milan avrebbe ricevuto in albergo l’entourage del primo possibile nuovo acquisto rossonero.

Matteo Politano a contrasto con Bonucci nel corso di Milan-Sassuolo
Matteo Politano a contrasto con Bonucci nel corso di Milan-Sassuolo (ANSA)

MILANO - Al Milan non si dorme mai. Men che meno quando c’è una situazione complicata da risolvere: la costruzione - o ricostruzione - di una squadra in vista della prossima stagione, dopo il parziale fallimento di quella in corso. Parziale in caso di conquista di un posto in Europa League, che dipenderà dal doppio confronto tra i rossoneri e Atalanta e Fiorentina, altrimenti potremo parlare di debacle epocale e a quel punto davvero tutti, da via Aldo Rossi fino a Milanello, saranno in discussione.
Nel corso della trasferta capitolina, per la dirigenza di Casa Milan c’è stato il tempo di mettere le basi su quello che potrebbe essere uno dei nuovi acquisti da mettere a disposizione di Gennaro Gattuso.

Politano-Milan: contatto
Secondo quanto riporta l’autorevole esperto di mercato Gianluca Di Marzio, nell’albergo che ospitava la comitiva rossonera a Roma ci sarebbe stata una chiacchierata informale con Davide Lippi e Luca Pennacchi, agenti di Matteo Politano. Per ora si è trattato esclusivamente di uno scambio di informazioni e di un primo approccio verso l'attaccante del Sassuolo, diciamo una dichiarazione di intenti. Che evidentemente deve aver prodotto risultati apprezzabili se è vero che poche ore dopo nell’albergo del Milan è arrivato anche l’amministratore delegato del Sassuolo Carnevali. È lecito pensare quindi che da una prima fase interlocutoria con l’entourage del calciatore si sia passati ad un’analisi dei costi con il club che ne detiene il cartellino. Si sa che le richieste dei neroverdi sono piuttosto elevate, almeno 30 milioni. Si tratta di capire se davvero Politano è l’uomo giusto per il nuovo Milan. Se è vero che Gattuso, dopo la scoppola presa dalla Juventus, ha invocato l’arrivo di calciatori di grande esperienza, carisma e feeling con la vittoria, forse il profilo dell’attaccante del Sassuolo non è esattamente quello giusto.