20 novembre 2019
Aggiornato 23:30

Milan: novità su Belotti e due nuove pretendenti per Kalinic

Le trame del mercato rossonero si infittiscono in vista dell’imminente apertura della campagna acquisti. Belotti è sempre l’obiettivo numero uno, per Kalinic praticamente certa la cessione.

L'attaccante del Milan Nikola Kalinic
L'attaccante del Milan Nikola Kalinic ANSA

MILANO - A Torino sembrano essersi rassegnati all’idea di cedere Belotti al Milan. Per essere più precisi, dal capoluogo piemontese affermano che a Milanello sono praticamente certi dell’approdo del Gallo in rossonero all’apertura del mercato estivo. Secondo l’autorevole quotidiano La Stampa, infatti, la trattativa per il trasferimento del centravanti azzurro tra Torino e Milan sarebbe ad un passo dal rientrare nel vivo, dopo essere stata abortita la scorsa estate per le esose pretese del presidente granata Cairo. Adesso, complice anche la stagione in chiaroscuro di Belotti, le pretese del numero uno del Toro dovranno essere necessariamente rivedute e corrette - verso il basso - ricreando i presupposti per un’operazione che potrebbe accontentare tutti. Sempre secondo La Stampa, i calciatori del Milan, alcuni molto amici del 9 granata, danno ormai per certo l’acquisto del Gallo da parte del club di via Aldo Rossi.

Cutrone incedibile
Contestualmente, mentre si cerca disperatamente di mettere a disposizione di Gattuso un centravanti capace di garantire a almeno una ventina di gol a campionato, Massimiliano Mirabelli è sempre più impegnato a trovare le risorse per finanziare un’operazione di tale portata. Obiettivo principale, quindi, cedere qualcuno dei tre attaccanti centrali attualmente in forza al Milan. Naturalmente non Patrick Cutrone, classe ’98 considerato un talento purissimo per giunta cresciuto nel vivaio del Vismara; probabilmente nemmeno Andrè Silva, anche lui molto giovane e per questo rimandato alla prossima stagione. Chi invece è in odore di bocciatura secca è Nikola Kalinic.

Ciao Kalinic
Pagato ben 25 milioni la scorsa estate per accontentare la ferma richiesta dell’ex tecnico rossonero Vincenzo Montella, il croato non ha mai dato la sensazione di poter fare la differenza lì davanti, come invece gli si chiedeva fin da inizio stagione. Appena 5 gol in campionato rappresentano una miseria, soprattutto se rapportati alla qualità del gioco veramente scadente offerta dall’ex viola. Ecco perchè a finire sul mercato sarà innanzitutto il 7 rossonero, senza lasciare alcun rimpianto tra i tifosi milanisti.

Germania, Russia o Cina
Oltre all’interessamento di alcuni club cinesi, ipotesi che Kalinic potrebbe finalmente prendere in considerazione, negli ultimi giorni sono emerse alcune altre opzioni di trasferimento per l’attaccante croato. La prima porta in Germania, allo Schalke 04, club nel quale gioca quel Max Meyer da tempo obiettivo privilegiato del Milan e di Massimiliano Mirabelli. La seconda invece conduce in Russia, precisamente allo Spartak Mosca, che dopo aver prelevato a gennaio 2017 dal club rossonero Luiz Adriano, potrebbe tentare il bis con Nikola Kalinic.