18 agosto 2018
Aggiornato 20:00

Milan, figuraccia epocale: adesso si rischia l’Europa

Partita imbarazzante giocata contro il Benevento. I sanniti, dopo aver inchiodato Gattuso alla figuraccia all’andata, bissano l’impresa anche a San Siro. Tutti sotto la sufficienza, tranne uno.
Lo sconforto dei rossoneri a fine partita
Lo sconforto dei rossoneri a fine partita (ANSA)

DONNARUMMA - Incolpevole sul gol, ma rischia il frittatone epocale con Rodriguez nel primo tempo. Il primo segnale che si sarebbe trattata di una serata storia, ma nessuno ha voluto prenderne atto. 5

CALABRIA - Si vede poco in spinta, anzi fa confusione sulla fascia senza produrre nulla di interessante. 5

BONUCCI - L’unica cosa buona che fa in partita è prendere una simil-gomitata in faccia che costringe l’arbitro a cacciare il benevantano Diakate. Niente, nemmeno in superiorità numerica il Milan riesce a fare qualcosa di decente. 4,5

ZAPATA - È l’unico che mantiene un barlume di lucidità. In difesa chiude con puntualità, prendendosi la briga di coprire anche il disagiato Bonucci. Qualche «zapatata" la concede sempre, ma nulla di grave. 6

RODRIGUEZ - Un altro che cerca in tutti i modi di dare un senso alla prestazione rossonera. Spinge tanto, crossa tantissimo (non sempre in maniera precisa), ma quel passaggio indietro a Donnarumma che costringe Gigio quasi a schiantarsi contro il palo merita la fustigazione nella pubblica piazza. 5

BORINI - Adesso qualcuno si sarà reso conto che Borini è un discreto panchinaro e lì dovrebbe restare. Sempre. 4

KESSIÈ - Una gran botta nella ripresa che si schianta contro la traversa avrebbe meritato miglior sorte. Ma anche per lui il voto complessivo non raggiunge la sufficienza. 5,5

BIGLIA - Uno dei peggiori. Gattuso lo striglia in continuazione, poi esce per una ginocchiata nella schiena. Stavolta nessuno sente la sua mancanza. 4

BONAVENTURA - L’impegno non manca mai, ma l’efficacia resta sotto il livello di guardia. Ci prova dal limite una decina di volte, ma tirando sempre in bocca al portiere è difficile fare danno. 5

ANDRÈ SILVA - Irritante. Non ne struscia una, quando gli arriva palla fa fallo. Insomma, nullo. 3

CUTRONE - Ci prova, ma anche lui non riesce ad essere efficace. 5

SUSO - s.v

KALINIC - s.v

LOCATELLI - s.v.

GATTUSO - Adesso è il momento di iniziare a rivedere alcune considerazioni sulla gestione della squadra di mister Gattuso. E anche la questione della stanchezza, dopo appena tre mesi giocati ad alta intensità, non regge. 4