Sport | Serie A

Milan, Gattuso al lavoro per il nuovo Milan: via alla rivoluzione tattica

Negli ultimi giorni a Milanello si è lavorato molto su alcune varianti che potrebbero essere decisive nel finale di questa stagione, ma soprattutto a partire dalla prossima. Idee che serviranno anche per pianificare il mercato.

Gattuso al lavoro per il nuovo Milan
Gattuso al lavoro per il nuovo Milan (ANSA)

MILANO - Non sarà forse oggi e magari nemmeno domani, ma un cambiamento tattico al Milan potrebbe avvenire molto presto. A Milanello si lavora alacremente per continuare il processo di crescita della squadra chiamata a dimostrare di avere la forza per competere con le squadre più forti in Italia e in Europa e per farlo Gattuso ha in mente un paio di ideuzze che potrebbero rilanciare alcuni calciatori attualmente in rosa.
Intanto la squadra, lentamente ma in maniera costante, continua a cambiare pelle, come confermato dallo stesso tecnico calabrese nella conferenza stampa di presentazione del match infrasettimanale di domani sera tra Torino e Milan: «A Roma eravamo magari più brillanti, ma giocavamo soprattutto in ripartenza. Ora si vede qualcosa di diverso, cerchiamo di giocare sempre la palla. Questo è un Milan diverso rispetto a qualche mese fa».

Sfida al maestro
E ha ragione mister Gattuso, capace di prendersi la briga di sfidare sul proprio terreno Maurizio Sarri, un maestro della costruzione della manovra da dietro. Il tecnico partenopeo ha dovuto prendere nota dell’impossibilità di fermare i rossonero quando palla al piede e dal basso prendevano palla, scambiano, cambiavano gioco, ma riuscivano quasi sempre ad uscire dalla morsa preparata da Hamsik e compagni, confermando quella che ormai è molto di più di una sensazione: Gennaro Gattuso non è solo un allenatore tutto cuore e grinta, è un uomo di calcio che sembra aver appreso alla perfezione la lezione di Carletto Ancelotti, di Marcello Lippi, perfino di Max Allegri, e adesso è pronto a riassumerle in un’idea di gioco personalissima ma quanto mai attuale.

Variante tattica
Un’idea di gioco che potrebbe prevedere perfino un cambio di modulo, magari in vista della prossima stagione. Negli ultimi giorni infatti a Milanello si è lavorato su qualche piccola variante rispetto all’attuale 4-3-3. Niente di trascendentale, soprattutto nulla che rivoluzioni il punto fermo della squadra, la difesa a 4. I progetti di Gattuso convergono su un cambio di rotta verso un possibile 4-3-1-2 come modulo alternativo, che in determinate situazioni potrebbe volgere al 4-2-3-1 e addirittura al 4-4-2 , modulo tanto caro - e invocato a gran voce - ai tifosi rossoneri. Iniziare a lavorare già adesso sulle idee per il futuro vuol dire pianificare con cura e meticolosità anche il prossimo mercato, una ragione in più per applaudire ed incoraggiare il nuovo condottiero del Milan.