15 aprile 2021
Aggiornato 10:30
Calcio | Nazionale

Il Milan inciampa contro il Sassuolo e frena nella corsa Champions

In svantaggio fino al 40’ della ripresa, il Milan trova un pareggio insperato con il fin qui deludentissimo Kalinic. Al 5’ minuto di recupero è Consigli che nega a Bonaventura la gioia della vittoria meritata.

DONNARUMMA - Nel primo tempo si lascia sfuggire colpevolmente un tiro non impossibile di Politano, rimedia allungandosi con i piedi e togliendo il pallone dalla zona di Berardi pronto al tap in. Sfodera un autentico miracolo al 28’, ma il l’arbitro aveva già fischiato per un precedente fuorigioco, purtroppo non si ripete un minuto dopo quando Politano lo trafigge dal limite. 6

ABATE - Non sempre a fuoco, colpa anche dei tanti infortuni subiti di recente. Offre comunque un apoggio costante a Suso. 5,5

BONUCCI - Dopo l’uscita del gemello della difesa sembra disorientato. Sbaglia un paio di disimpegni, poi si rimbocca le maniche ed inizia lui a far ripartire l’azione rossonera. L’errore nel disimpegno da cui nasce il gol di Politano però è imperdonabile per un difensore del suo talento ed esperienza. Doppiamente colpevole quando al 35’ si fa ammonire per una protesta inutile che lo terrà fuori dal big match del prossimo turno contro il Napoli. 4,5

ROMAGNOLI - Messo fuori gioco dopo 5 minuti da un indurimento muscolare. s.v.

RODRIGUEZ - Perfetto l’assist che lo svizzero mette sulla testa di Kessiè al primo minuto. Poi il consueto campionario di discese timide, ma stavolta qualche cross pericoloso si vede. 6

KESSIÈ - Il dubbio amletico arrovella gli sconcertati tifosi milanisti: cosa può essere passato nella testa dell’ivoriano dopo appena un minuto di gioco quando anzichè inzuccare di prepotenza a porta vuota preferisce stoppare di petto e servire il pallone a Consigli? Una scelta inspiegabile e delittuosa dalla quale Kessiè fatica a riprendersi. Per almeno venti minuti continua a ciondolare per il campo come se fosse ancora sotto shock per il clamoroso errore del primo minuto fino al giallo che lo condanna ad una partita giocata in punta di piedi. Alla mezz’ora pecca di egoismo e su di lui convergono gli insulti legittimi di un Cutrone smarcatissimo. Si fa trovare nel vivo del gioco, ma il concetto di precisione nei passaggi è da ricercarsi altrove. La palla persa al 18’ della ripresa mette Ragusa solo davanti a Donnarumma, altro errore imperdonabile. 4,5

BIGLIA - A vederlo giostrare con quella autorevolezza in mezzo al campo si capisce perchè il Milan ha fatto tanta fatica nel derby contro l’Inter. Offre il suo appoggio ai compagni della difesa ma si propone anche con continuità in avanti. Nella ripresa però la manovra rossonera rallenta e la responsabilità è necessariamente dell'ex laziale. 5,5

BONAVENTURA - La prima azione da gol del Milan dopo appena un minuto è confezionata proprio dal duo più criticato del Milan, passaggio in profondità di Jack e cross al bacio di Rodriguez. Peccato per la scelta suicida di Kessiè. Però continua a peccare di leggerezza perdendo qualche palla di troppo, come quella che fa imbestialire Gattuso al tramonto del primo tempo. Nella ripresa fa il bis al 24’, ma non è nemmeno fortunato quando Consigli gli nega la gioia del gol al 50’. 5

SUSO - Si vede che ha voglia di fare. Saranno state le critiche raccolte nell’ultima settimana ma lo spagnolo sembra da subito intenzionato ad incidere. Gioca una quantità importante di palloni ma anche contro il Sassuolo Jesus difetta di incisività e precisione. 5,5

CUTRONE - Schiacciato in mezzo a tre difensori centrali cerca di crearsi spazio e di crearne per i compagni. Non incide mai e Gattuso lo sostituisce con Kalinic a metà ripresa. 5,5

CALHANOGLU - Scalda i guanti i Consigli prima dal limite con un gran tiro deviato sopra la traversa, poi da calcio da fermo, creando un’ottima opportunità per il Milan non sfruttata dagli attaccanti. Un inseguimento a Berardi sulla fascia non di competenza infiamma il pubblico di San Siro. Nella ripresa confeziona una palla gol meravigliosa per Kalinic, che però declina l’invito e sparacchia alto di testa. Uno dei più ispirato in maglia rossonera. 6,5

MUSACCHIO - Subito dentro dopo 5 minuti al posto dello sfortunato Romagnoli. Dalle sue parti poco da fare, però è lui che tiene in gioco Politano nell’occasione del vantaggio emiliano. 5,5

ANDRÈ SILVA - Gattuso lo butta nella mischia al 10’ della ripresa al posto di Abate, ridisegnando completamente la squadra. Si muove tanto e dai suoi piedi passano molte delle azioni offensive del Milan. Peccato non averlo impiegato prima. 6

KALINIC - La mossa della disperazione di Gattuso, impiegato al posto di Cutrone al 21’ della ripresa. Calhanoglu prova a restituirlo al grande calcio, ma l’ottimo assist del turco viene malamente sciupato da Kalinic. Il croato reagisce d’istinto e firma il pareggio al 40’. 6,5

GATTUSO - Il Milan dà subito la sensazione di poter far male al Sassuolo ad ogni affondo ma gli attaccanti milanisti sembrano avere le polveri bagnate. Nella ripresa mister Gattuso tenta la mossa che aveva procurato la rimonta contro il Chievo, inserendo un’altra punta al posto di Abate e schierando la squadra con un 3-3-4. La mossa non sortisce gli effetti sperati e il Milan si impantana nel secondo pareggio che avrebbe potuto rilanciare le ambizioni Champions dei rossoneri. 5,5