Sport | Serie A

Ormai ci siamo: Antonio Conte ha preso la sua decisione

Il manager del Chelsea a giugno saluterà Stamford Bridge e lascerà la Premier League. In prima fila per accoglierlo con tutti gli onori il Milan e la Nazionale.

L'allenatore italiano Antonio Conte
L'allenatore italiano Antonio Conte (ANSA)

MILANO - «Ci sono ottime probabilità che Antonio Conte torni in Italia alla fine della stagione e se dovesse farlo le sue sole opzioni sarebbero la Nazionale e il Milan». Le parole di Alessandro Alciato, diffuse nelle ultime ore da Sky Sport, hanno avuto il potere di scuotere con un sussulto la tifoseria rossonera. Subito bissate da Massimo Marianella, altra voce storica di Sky, che ha ribadito chiaramente il concetto: «Penso proprio che Conte lascerà l’Inghilterra a giugno».
Quando si fa il nome dell’ex ct azzurro e attuale manager del Chelsea, il popolo milanista continua a sembrare spaccato in due. Ci sono quelli che «Per carità, non lo vogliamo», animati da una furiosa avversione alla Juventus ed evidentemente dimentichi che l’ultimo grande bomber rossonero, il beniamino della Curva Sud  Pippo Inzaghi, è arrivato proprio dopo essersi sfilato la maglietta bianconera di dosso per indossare la numero 9 del Milan e diventare una leggenda.

Con che coraggio
Dall’altra parte ci sono anche quelli che «Io lo voglio eccome, dobbiamo ragionare con la testa perchè ragionando di cuore abbiamo fallito tutti gli ultimi allenatori, messi in panchina solo per il loro passato rossonero».
Una considerazione che sarebbe il caso di condividere con tutti quelli che sembrano aver perso la memoria storica di quello che è stato l’ultimo decennio dell’Ac Milan, guidato - a parte la vincente parentesi con Massimiliano Allegri in panchina - di volta in volta da allenatori improvvisati, sopravvalutati e non ancora pronti. Una sfilza di nomi tra cui il brasiliano Leonardo, Clarence Seedorf, Pippo Inzaghi, Sinisa Mihajlovic, Cristian Brocchi, Vincenzo Montella e per finire l’ultimo arrivato, Gennaro Gattuso.
Rileggendo questo imbarazzante elenco di allenatori, davvero esiste qualche tifoso rossonero che avrebbe il coraggio di rifiutare l’arrivo in panchina di un grande tecnico come Antonio Conte?