Sport | Europa League

Gattuso: i big a casa, spazio al Milan dei giovani

Tre ’98 titolari nella trasferta sul campo del Rijeka e due classe ’99 pronti a subentrare dalla panchina. Il piano partita di Gattuso è chiaro: dal punto di vista della classifica il match non conta nulla e allora servirà per far fare un po’ di esperienza internazionale ai vari Zanellato, Cutrone, Locatelli e perfino Gabbia e Forte.

Il giovane Zanellato, centrocampista rossonero
Il giovane Zanellato, centrocampista rossonero (ANSA)

MILANO - D’accordo, si tratta di un match che non ha alcun valore, lo sappiamo. Il Milan ha già conquistato il primo posto nel girone la trasferta di Fiume sul campo del Rijeka vale poco più di un’amichevole. Ma si tratta sempre di una di Europa League e come tale non solo va onorata, ma va sfruttata al meglio per fare fare esperienza ai tanti giovani virgulti del ricchissimo vivaio rossonero. È per questa ragione, oltre che per dare un turno di riposo ai tanti calciatori del Milan super utilizzati, che Gennaro Gattuso ha deciso di lasciare a Milan alcuni pezzi forti della rosa quali Suso, Kessiè, Bonaventura e persino il portiere Donnarumma. Poco male per quest’ultimo, visto che il suo posto tra i pali verrà preso dal fratello Antonio.

Riecco Zanellato
Per quanto riguarda il resto, è previsto un ricco turn over che dovrebbe consentire l’esordio stagionale di Gabriel Paletta (per lui finora solo un paio di uscite con la Primavera), ma soprattutto l’utilizzo dei tanti fenomeni rossoneri, tutti classe ’98, che rappresentano il futuro ma anche il presente del club di via Aldo Rossi. Parliamo di Locatelli, Cutrone, ma anche di Niccolò Zanellato che, dopo l’esordio a Skopje contro lo Shkendija, nella gara di ritorno dei playoff di Europa League, domani a Fiume sarà chiamato alla sua seconda partita da titolare.

Forte dalla panchina
Per quanto riguarda l’undici che scenderà in campo dal primo minuto, dovrebbe toccare a Antonio Donnarumma tra i pali;  Zapata, Paletta e Romagnoli sulla linea dei difensori: centrocampo a cinque con Zanellato insieme, Biglia e Locatelli centrali, Calabria e Antonelli sulle fasce; e per finire la coppia regina d’Europa formata da Cutrone e Andrè Silva.
E a proposito di giovanissimi talenti rossoneri, non è escluso a partita in corso l’impiego dei due classe ’99 Gabbia (già schierato da Montella contro lo Shkendija) e dell’attaccante Forte, protagonista di un inizio stagione scoppiettante con la maglia della Primavera.