26 aprile 2019
Aggiornato 03:30

C’è ancora Reina nel mirino del Milan

Il portiere del Napoli ha il contratto in scadenza a giugno 2018 ed è normale che il suo nome sia sul taccuino di tutti i dirigenti europei. Il Milan però vanta una corsia preferenziale frutto di un approccio già tentato la scorsa estate che potrebbe facilitare la trattativa. L’eventuale arrivo di Reina però non vorrebbe dire addio a Gigio, anzi.

Il portiere spagnolo Pepe Reina
Il portiere spagnolo Pepe Reina ( ANSA )

MILANO - Un primo approccio tra il Milan e José Manuel Reina Páez, noto semplicemente come Pepe Reina, c’era già stato nel corso della burrascosa estate appena conclusa, quella che passerà alla storia rossonera come la stagione del rinnovo di Donnarumma. All’epoca dell’iniziale no di Mino Raiola, pretenzioso procuratore del ragazzo, il Milan aveva pensato anche all’esperto estremo difensore spagnolo, salvo poi fare marcia indietro dopo l’accordo trovato con il baby fenomeno di Castellammare di Stabia.
Adesso però ci potrebbe essere una seconda puntata della telenovela, favorita soprattutto dal contratto in scadenza giugno 2018 del 35enne portiere del Napoli

Gigio resta
Attenzione però, un eventuale arrivo di Reina in rossonero non deve per forza significare l’addio di Donnarumma al Milan nella prossima stagione. Intanto perchè Gigione ha dimostrato tutto il suo amore per il club di via Aldo Rossi e quindi, anche in presenza della minacciosa clausola rescissoria fissata a 70 milioni, non è così scontato che il numero 99 accetti di andar via; e poi perchè con i 40 anni suonati dell’attuale secondo portiere del Milan Storari, ci sta che Fassone e Mirabelli siano alla ricerca di un vice Donnarumma esperto e di spessore.

Destinazione Milan
Pepe Reina è stato al centro di una movimentata trattativa con il Paris Saint Germain nelle ultime ore di mercato. I vicecampioni di Francia volevano a tutti i costi lo spagnolo, arrivando ad offrirgli un contratto da 4 milioni l'anno, ma il presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis si è impuntato, respingendo al mittente ogni tentativo di approccio da parte dei parigini. A giugno prossimo la situazione sarà ben diversa. Lo spagnolo sarà libero di accasarsi e la destinazione Milan, specie in caso di accesso alla prossima Champions League, potrebbe essere particolarmente gradita.