24 maggio 2024
Aggiornato 05:00
Calcio | Napoli

Insigne: «La Juve non è imbattibile»

Lorenzo Insigne parla dal ritiro della Nazionale a Coverciano: «Dispiace per il risultato della finale di Champions. La Juve è battibile, il prossimo anno con il Napoli e con Sarri proveremo a raggiungere un traguardo storico. Donnarumma? Lo vedo tranquillo». Sarri: «Spero che Reina resti».

Lorenzo Insigne dal ritiro di Coverciano: «La Nazionale farà bene agli juventini»
Lorenzo Insigne dal ritiro di Coverciano: «La Nazionale farà bene agli juventini» Foto: ANSA

COVERCIANO - «Se partiamo come abbiamo concluso la stagione possiamo giocarcela con tutti e mettere in difficoltà Juve e Roma. Abbiamo dimostrato che la Juve non è imbattibile». Parola di Lorenzo Insigne che parla dal ritiro della Nazionale alla vigilia della prossima sfida con l'Uruguay. «L'importante ora è farsi trovare pronti. Sarri? Non ho mai temuto che andasse via, il mister con noi ha sempre parlato chiaro ed è sempre stato convinto di restare a Napoli. Vincere a Napoli non è come vincere altrove e lui resterà con noi per tagliare un traguardo storico». Contro l'Uruguay potrebbe ritrovare Cavani «che mi ha aiutato a crescere. Quando tornai da Pescara lui già era un grande campione. Ero giovane e mi diede tanti consigli, sono orgoglioso di aver giocato con lui. E' un grande campione e l'ha dimostrato anche col PSG».

INSIGNE: DONNARUMMA TRANQUILLO - Insigne ha commentato poi l'arrivo a Coverciano dei cinque calciatori della Juventus reduci dalla sconfitta con il Real Madrid nella finale di Champions League: «Li ho visti con il sorriso perché stare in Nazionale è sempre bello. Sabato sera abbiamo seguito la partita qui a Coverciano tutti insieme, dispiace per il risultato e spero che si rifaranno». Il successo dei blancos rivaluta la stagione del Napoli «Noi col Real abbiamo disputato due grandi gare e quelle due sfide ci hanno permesso di capire a che punto siamo - continua - Non siamo riusciti a centrare il secondo posto, ma il prossimo anno cercheremo di ripartire sulla stessa falsariga di questo finale di stagione». Infine l'attaccante partenopeo ha festeggiato la storica qualificazione della Nazionale Under 20 alla semifinale del Mondiale di categoria: «Ho visto la partita con lo Zambia in camera con Gigio (Donnarumma, ndr) e mi voglio complimentare con la squadra perché, pur giocando gran parte della gara con un uomo in meno, ha fatto una grande prestazione. Faccio l'in bocca al lupo ai ragazzi per la semifinale e spero riescano ad alzare il trofeo».

SARRI: SPERO CHE REINA RESTI - «Reina è un punto di riferimento, è un ragazzo di grandi valori. Spero che rimanga il nostro portiere a lungo». E' netto Maurizio Sarri che interviene nella telenovela estiva tra il Napoli e Pepe Reina parlando a margine della consegna del Timone D'Oro che ha ricevuto oggi ad Arezzo, grazie ai voti degli allenatori dell'Aiac. Sarri ha chiesto quindi uno sforzo al Napoli per trattenere il portiere, in nome di quel patto per lo scudetto che il Napoli cercherà di mantenere nella prossima stagione. Il club azzurro nell'ultimo incontro con l'entourage del portiere, che è in scadenza a giugno, non ha infatti proposto un rinnovo di un anno come richiesto dallo spagnolo, preavvisando che non gli lascerà neanche la possibilità di passare gratis a un altro club. Chi invece è in nazionale è Lorenzo Insigne che ha parlato anche del «patto» tricolore da Coverciano: «Abbiamo dimostrato - ha detto - in questa stagione che la Juve non è imbattibile, li abbiamo messo in difficoltà sia in campionato che in Coppa Italia. A fine stagione abbiamo discusso, se partiamo come abbiamo concluso la stagione possiamo giocarcela con tutti e mettere in difficoltà Juve e Roma».