14 agosto 2020
Aggiornato 16:30
Si conclude il venerdì della MotoGP negli Stati Uniti

Marquez risponde a Vinales e si riprende il comando. Cresce Valentino Rossi

Marc, finora imbattuto ad Austin, torna in testa nella seconda sessione di prove libere, davanti alla sorpresa Johann Zarco. Maverick è solo terzo a quasi quattro decimi, mentre il Dottore migliora ed è quarto, a sette decimi

Marc Marquez in azione sulla sua Honda nelle prove libere ad Austin
Marc Marquez in azione sulla sua Honda nelle prove libere ad Austin Michelin

AUSTIN – È subito riscatto per Marc Marquez. Il campione in carica, finora imbattuto sulla pista di Austin, si riprende nella seconda sessione di prove libere il comando che aveva dovuto cedere al suo grande rivale Maverick Vinales in mattinata. Il tempo dello spagnolo è stato 2:04.061, sufficiente a mettersi alle spalle di poco meno di tre decimi la sorpresa Johann Zarco, secondo sulla Yamaha satellite. Vinales si deve dunque accontentare della terza posizione a quasi quattro decimi dalla vetta. In grande crescita anche Valentino Rossi che, proprio nei minuti finali del turno, sfruttando le gomme morbide, risale al quarto posto a sette decimi da Marquez, mettendosi alle spalle l'altra Honda di Dani Pedrosa, per appena cinque millesimi. La migliore delle Ducati, quella di Andrea Dovizioso, è sesta ad altri due centesimi dallo spagnolo, mentre Andrea Iannone centra la decima posizione con la sua Suzuki. Fuori, al momento, dalla top ten e dunque dalla fase finale delle qualifiche è invece l'altro ducatista Jorge Lorenzo, solo undicesimo nella classifica generale di giornata. Da segnalare anche l'esplosione del motore sulla Suzuki di Alex Rins, la scivolata di Loris Baz alla curva 1 e la violenta caduta alla curva 11 di Karel Abraham, apparso dolorante alla gamba. La MotoGP torna in pista domani alle 16:55 ora italiana per il terzo turno di prove.