23 febbraio 2024
Aggiornato 22:00
Calciomercato | Milan

Dall’Inghilterra: sarà Fabregas il primo colpo del Milan cinese

L’operazione già tentata in agosto da Galliani potrebbe vedere la luce a gennaio con la formula del prestito oneroso (3 milioni) più obbligo di riscatto (ancora da quantificare). È questa l’indiscrezione rivelata dal prestigioso quotidiano inglese The Guardian sul futuro del centrocampista basco del Chelsea.

MILANO - Quando si dice il destino. Cesc Fabregas è stato già accostato al Milan un’infinità di volte: all’inizio della sua carriera, quando era ancora all’Arsenal e si parlava di ricomporre la coppia di centrali di centrocampo con Flamini; poi quando è passato al Barcellona e in quella squadra di fenomeni proprio non è riuscito ad integrarsi; e anche adesso che indossa la maglia del Chelsea, visto che con il nuovo tecnico dei Blues, il nostro Antonio Conte, sembra proprio non essere scattata la scincilla.

Affare sfumato il 31 agosto
La fascinazione Fabregas è stata l’ultima illusione del mercato rossonero in quel 31 agosto 2016 che resterà nella memoria dei tifosi milanisti come il giorno dei mille colpi saltati (Jovetic, Wilshire, Ramsey, oltre appunto al centrocampista basco) e del ripiego finale su Mati Fernandez.
Ebbene, secondo la stampa d’oltremanica sembra che la questione tra Milan e Chelsea non sia affatto conclusa. Secondo il prestigioso quotidiano inglese The Guardian, Conte avrebbe deciso di non puntare su Fabregas, non ritenendolo funzionale al suo progetto tattico e il no estivo dell’ex Barcellona alla proposta del Milan inoltrata da Galliani potrebbe stavolta trasformarsi in un gigantesco si.

A gennaio si può fare
A spostare gli equilibri potrebbe essere la mano pesante della nuova proprietà cinese. The Guardian afferma che il Chelsea avrebbe dato la sua disponibilità a cedere Fabregas in prestito oneroso con obbligo di riscatto e su queste basi si sta trattando. Fassone è pronto a mettere sul piatto 3 milioni per averlo a gennaio, ora resta solo da definire la cifra per il definitivo riscatto a giugno e il Milan potrà finalmente contare su un centrocampista di spessore internazionale in grado di spostare gli equilibri.