19 giugno 2021
Aggiornato 01:00
Calciomercato | Milan

Da Balotelli a Donnarumma, tutta la verità di Raiola

Il procuratore più famoso del mondo è tornato a parlare dei suoi assistiti rossoneri svelando il futuro di Balotelli e Donnarumma. Nessuna risposta invece su Zlatan Ibrahimovic che ha appena annunciato un colpo di scena nella sua carriera.

MILANO - È senza dubbio uno degli uomini più potenti del calcio mondiale. Non detiene ancora un impero come Jorge Mendes, ma avere tra i suoi assistiti autentici fenomeni quali Zlatan Ibrahimovic e Paul Pogba, oltre ai vari Lukaku, Matuidi, Bonaventura, Mkhitaryan, Abate, Balotelli e perfino Gigio Donnarumma, lo pone in una situazione di assoluto prestigio nella speciale graduatoria dei procuratori. Che poi molti dei suoi assistiti siano di stanza a Milanello o, come Zlatan lo svedese, ci siano passati di recente, è un aspetto tutt’altro che irrilevante e che chiarisce quanto potere abbia l’ex pizzaiolo italo-olandese all’interno della società di via Aldo Rossi.

«Tra Balotelli e il Milan è tutto ok»
Ecco perché le sue parole vanno sempre prese con il bilancino, specie quando si finisce a parlare di uno degli uomini più chiacchierati del momento, Mario Balotelli. È ormai opinione diffusa che l’ex Supermario sia tornato al Milan solo per volere di Raiola, abile la scorsa estate a convincere Galliani a dare una seconda chance all’attaccante. I risultati sono sotto gli occhi di tutti, il tecnico Mihajlovic a proposito di Balotelli alterna momenti di rassegnazione ad attimi di furia e una sua eventuale conferma in rossonero appare al momento solo un utopia.
Mino Raiola, abile a minimizzare ogni possibile screzio riguardante i suoi assistiti, ha spento subito il fuoco delle polemiche: «Voi parlare di relazione problematica con Mihajlovic - le parole del procuratore -, io non vedo tutti questi problemi, state inventando tutto voi giornalisti. Tra Mario e il Milan non ci sono difficoltà di nessun tipo».

«Donnarumma ha un contratto, nessun problema»
L’altro fronte caldo delle questioni tra Mino Raiola e il club rossonero riguarda Gianluigi Donnarumma, giovanissimo fenomeno del calcio italiano, di recente entrato nell’orbita dei principali club europei, prima tra tutti Barcellona e Chelsea. Anche su questo punto l’agente italo-olandese ha provveduto a smorzare ogni possibile argomento di discussione su un futuro di Gigio lontano dal Milan: «Osservatori del Barça a San Siro per Donnarumma? Non lo so, non ne sono a conoscenza, ma c’è un contratto in essere con i rossoneri quindi non c’è nessun problema». 

Di Ibra non si parla
Inevitabile un tentativo di abboccamento pure su Zlatan Ibrahimovic, a maggior ragione dopo le recenti dichiarazioni dello svedese che ha annunciato: «Per il mio futuro prevedo qualcosa di grosso».
Su un possibile ritorno di Ibracadabra al Milan, il club che per stessa ammissione del centravanti è quello che ha amato di più nella sua lunga carriera, Mino Raiola non ha voluto pronunciarsi. Scaramanzia oppure davvero bolle in pentola qualcosa di sorprendente?