26 maggio 2019
Aggiornato 08:30

Abdennour dice no, il Milan punta Godin, Hummels o Laporte

Mentre prende corpo l’ipotesi di un rinnovo per Philippe Mexes, un altro francese, tramite il suo procuratore, chiude la porta in faccia al Milan: «Abdennour non vuole l’Italia, andrà in Spagna o Inghilterra». Mihajlovic continua a chiedere un difensore centrale e i nomi caldi restano quelli di Godin, Hummels o del gioiellino francese Laporte.

MILANO - È vero che il calcio italiano ha ricominciato ad investire, di certo più di quello inglese e spagnolo (almeno al momento), ma sembra che per qualcuno la notizia non sia sufficientemente rassicurante. Stiamo parlando del centrale difensivo Aymen Abdennour, 26enne tunisino del Monaco, entrato nel mirino del Milan. Nel corso della giornata si era diffusa la voce che Galliani avesse inoltrato al club del Principato una richiesta ufficiale piuttosto consistente per il colosso nordafricano, circa 20 milioni, ma la risposta arrivata poco fa per bocca del suo procuratore ha gelato gli animi dei tifosi rossoneri e di fatto chiuso in anticipo la trattativa: «Non siamo mai stati contattati dal Milan, nè da altre società italiane - le parole di Abdelkader Jilani, agente del forte difensore del Monaco -, ma non c’è alcuna possibilità che Abdennour venga a giocare in Italia. Il ragazzo vuole giocare in Premier League o in Liga. La pista che porta al West Ham è definitivamente chiusa, nel suo futuro però ci sono solo Inghilterra o Spagna».

Abdennour extracomunitario, un problema per il Milan
Strategia per alzare ulteriormente le quotazioni di Abdennour o reale desiderio del calciatore di rifiutare la proposta del Milan? Probabilmente lo scopriremo nelle prossime ore quando Adriano Galliani provvederà alle adeguate contromosse in risposta e queste dichiarazioni. Di certo c’è che il tunisino rappresenta il profilo ideale del calciatore richiesto da Sinisa Mihajlovic, forte, giovane e dal piede mancino. Con una controindicazione però: Abdennour è extracomunitario e il suo ingaggio, dopo quello del colombiano Bacca, escluderebbe di fatto la corsa al brasiliano Luiz Adriano, obiettivo dei rossoneri per completare il reparto offensivo.
Come dire, da una cattiva notizia, una buona nuova sul fronte dell’attacco.

Mexes pronto al rinnovo
Resta comunque da risolvere il problema del reparto difensivo. Sembra proprio che Philippe Mexes sarà chiamato a rinnovare il proprio contratto con il Milan, naturalmente a cifre ben più basse rispetto ai 4 milioni annui percepiti finora, assecondando i desideri del presidente Berlusconi. Il difensore svedese, crisi di nervi a parte, è apparso di gran lunga il centrale più sicuro ed affidabile del nutritissimo pacchetto a libro paga rossonero e merita una riconferma. Accanto a lui, i vari Paletta, Alex, Rami, Bonera hanno spesso e volentieri lasciato a desiderare e per qualcuno di loro è previsto un addio a breve scadenza (Rami il primo, destinazione Siviglia).

Il sogno è Godin
Sistemato Mexes, Galliani è quindi alla ricerca di un altro centrale con le caratteristiche di cui parlavamo in apertura di articolo. Secondo le consuete indiscrezioni in arrivo dalla Spagna, il Milan avrebbe avanzato un’offerta di 25 milioni di euro per Diego Godin, centrale dell'Atletico Madrid classe ’86, ritenuto però una pedina fondamentale dal tecnico dei colchoneros Diego Pablo Simeone. A complicare ulteriormente la faccenda, esiste una clausola rescissoria da 41 milioni di euro che vincola il muro uruguaiano alla seconda squadra della capitale spagnola e che al momento basta e avanza per indurre tutti gli interessati a girare al largo.

Il giovane Laporte o l’esperto Hummels?
Situazione simile a quella che riguarda un altro difensore della Liga, Aymeric Laporte, 21enne centrale dell’Athletico Bilbao, al primo posto della lista dei desideri di Sinisa Mihajlovic. Il ragazzo, perno dell’under 21 francese, al momento non ha un valore superiore ai 15 milioni di euro, più o meno quanto Galliani sarebbe disposto ad offrire al club basco, ma anche lui è bloccato da una clausola di 42 milioni e il Bilbao sembra tutt’altro che disposto a cederlo.
Resta Mats Hummels, campione del mondo con la Germania e punto di forza del Borussia Dortmund. Per il centrale classe ’88 i gialloneri chiedono 35 milioni di euro, e difficilmente sarà possibile trattare su queste basi.
La strada per arrivare al difensore richiesto da Mihajlovic sembra davvero irta di ostacoli, ma Galliani non è tipo da lasciarsi smontare. 

Si attendono a breve grosse novità.