18 gennaio 2020
Aggiornato 09:00
Calciomercato

Milan, la difesa fa crack. Si punta su Siqueira, intanto sfuma Brozovic

Ufficializzato il lungo stop per Zapata e De Sciglio, la società rossonera è alla caccia di un terzino. Siqueira, Guerreiro, Douglas Costa sono i nomi più caldi. Per quanto riguarda il centrocampo sembra sfumare la pista Brozovic. Se parte Saponara, Suso subito al Milan.

MILANO - La notizia era nell’aria, ma adesso, dopo la conferma degli esami clinici, è arrivata anche l’ufficializzazione, certificata da un comunicato diffuso dal sito ufficiale rossonero: «AC Milan comunica che oggi sono stati effettuati ulteriori esami medici sui calciatori Mattia De Sciglio e Cristian Zapata. De Sciglio ha subito la lesione della fascia plantare del piede destro. Per Zapata si conferma la frattura alla base del secondo osso metatarsale del piede destro. I due calciatori verranno rivalutati nel corso delle prossime settimane».

ALMENO UN MESE DI STOP PER DE SCIGLIO E ZAPATA - Che tradotto in freddi numeri vuol dire un lungo stop di almeno un mese per il terzino, (dopo che a fine novembre si era fermato un mese e mezzo per una fascite plantare allo stesso piede) e forse qualcosa in più per il centrale colombiano.

Ovvio che la ferale notizia abbia inevitabilmente accelerato le manovre di Galliani per mettere a disposizione di Filippo Inzaghi un esterno di fascia sinistra, esigenza già evidenziata prima dell’infortunio di De Sciglio. Evaporata la pista Pasqual, poco impegnativa dal punto di vista economico ma di sicuro poco percorribile vista la fredda ostinazione della dirigenza viola a non cedere il calciatore qualche mese prima della scadenza del contratto, a tenere banco sono principalmente due ipotesi brasiliane: Siqueira dell’Atletico Madrid e Douglas Costa dell’Atletico Mineiro. 

SIQUEIRA, OPZIONE NUMERO UNO - Il nome di Guilherme Siqueira, terzino classe ’86, acquistato in estate dall’Atletico Madrid per circa 10 milioni, affascina molto la dirigenza di via Aldo Rossi. L’ex Benfica finora non ha trovato molto spazio nelle rotazioni di Simeone, ma proprio ieri il Cholo l’ha schierato titolare in Coppa del Re, nel derby contro il Real, quasi a ufficializzare che è inutile sperare in elargizioni di alcun tipo da parte dei Colchoneros. E in effetti il problema è tutto lì: il Milan vorrebbe chiuderla con un prestito con diritto di riscatto, l’Atletico invece vuole una cessione definitiva. Nelle prossime ore ne sapremo qualcosa in più. 

ALTERNATIVE PER LA FASCIA: DOUGLAS COSTA O GUERREIRO - In alternativa a Siqueira si parla di un ragazzo classe ’94, Douglas Costa, ex primavera dell’Udinese, attualmente all’Atletico Mineiro ma ancora di proprietà del club friulano. L’esterno ha un riscatto già fissato a poco più di 2,5 milioni di euro. Il Milan potrebbe trovare un’intesa con le due società coinvolte, intervenire e prelevare il calciatore. Ma l’operazione non sarà eventualmente definita in tempi brevissimi.

Chi invece solletica non poco la curiosità dei dirigenti rossoneri è Raphael Guerreiro, terzino franco-portoghese classe ’93 del Lorient, già entrato nell’orbita della nazionale maggiore lusitana tanto da segnare anche un gol giocando accanto a Cristiano Ronaldo. Per il ragazzo, protagonista in Ligue 1, si parla di una valutazione attorno ai 5 milioni di euro. 

AGENTE BROZOVIC: IN ITALIA NIENTE DI SERIO - Molto attivo anche nel settore del centrocampo, ieri Adriano Galliani è stato costretto a subire un brutto colpo sul fronte Brozovic. Dopo aver appurato che sul nazionale croato, classe ’92 della Dinamo Zagabria, oltre al Milan si stanno muovendo sotto traccia anche Inter e Napoli, è arrivata una dichiarazione di Miroslav Bicanic, agente di Marcelo Brozovic, che ha raffreddato gli entusiasmi nostrani disegnando per il suo assistito scenari futuri lontani dall’Italia: «Non è la prima volta che il ragazzo viene accostato ai club italiani, ma puntualmente non si concretizza nulla. Non c’è niente di serio. Stiamo vagliando alcune opzioni, un trasferimento in questa sessione di mercato è possibile però parliamo di altri paesi. È ipotizzabile in Inghilterra». 

BASELLI, ALTRO ATALANTINO PER IL MILAN - L’alternativa è rappresentata da Daniele Baselli, che andrebbe a rafforzare la cordata di ex atalantini di stanza a Milanello in questo periodo (Bonaventura, Montolivo, Pazzini, Agazzi, Cerci e lo stesso Pippo Inzaghi). Operazione difficile visto che il club orobico chiede per il centrocampista azzurro circa 10 milioni. Se però Galliani riuscisse a cedere Saponara e Essien, un pensierino a Baselli potrebbe essere fatto. Altrimenti sarà Suso a raggiungere il Milan prima del tempo.