25 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
Il senatore Morra risponde al premier

Matteo stai sereno, il M5S guarda agli interessi degli italiani

Palazzo Chigi non conosce il valore del confronto: così il senatore del Movimetno 5 Stelle Nicola Morra commenta le parole del premier sulla montagna di emendamenti alle riforme costituzionali: «Noi siamo lì per far gli interessi degli italiani e non per imporre una visione del mondo»

ROMA (askanews) - «Più che tigna, loro hanno più faccia tosta, che è cosa differente. Vorrei ricordare a Matteo Renzi che noi siamo lì per far gli interessi degli italiani e non per imporre una visione del mondo, chiunque sia a proporla». Così il senatore M5S Nicola Morra, ai microfoni del Gr1, ha commentato le parole del premier sulla montagna di emendamenti alle riforme costituzionali.

Dov'è lo spirito di dibattito dell'aula?
«Per cui, come vogliono i nostri costituenti, si dovrebbe affrontare l'aula, con spirito di dibattito. Bisogna ricordare a Matteo Renzi: Matteo stai sereno», continua il grillino Morra. Sulla possibilità che il governo aggiri gli emendamenti portando il testo delle riforme direttamente in Aula, «anche in altre occasioni, per esempio per la legge elettorale - ha ricordato Morra - abbiamo visto come la commissione dia fastidio al governo».

I problemi interni del Pd
«Io ricordo che è stato sempre il Pd ad aver problemi con la sua fronda interna, che alcuni senatori del Pd sono stati sostituiti sia alla Camera sia al Senato, perché non eran d'accordo con il leader maximo. Evidentemente a Palazzo Chigi non sanno che la democrazia si costruisce attraverso il dibattito e il confronto», afferma in conclusione il senatore pentastellato.