1 dicembre 2021
Aggiornato 22:30
La strategia di Mustier

Banche, Unicredit vende il 20% di FinecoBank

Unicredit vende il 20% di Fineco Bank e manterrà una quota pari al 35% della società. La strategia dell'ad Jean Pierre Mustier è quella di «supportare crescita organica del gruppo e cogliere ogni opportunità per la creazione di valore»

ROMA - Unicredit vende il 20% di FinecoBan. Il gruppo creditizio manterrà una quota pari a circa il 35% della società. Ne da notizia mediante nota l'istituto di Piazza Gae Aulenti comunicando l'avvio di «una operazione di cessione di azioni ordinarie della controllata FinecoBank» per un quantitativo pari al 20% dell'attuale capitale sociale attraverso una procedura di accelerated bookbuilding rivolta a determinate categorie di investitori istituzionali.

Unicredit vende il 20% di Fineco
Alla chiusura dell'offerta, Unicredit continuerà a controllare e consolidare la società con una partecipazione di circa il 35%, «facendo leva sulle distintive capacità e competenze di FinecoBank e sostenendo la sua politica di investimento della liquidità» si legge nella nota diffusa da Unicredit. Il bookbuilding «avrà inizio immediatamente» ma la banca «si riserva il diritto di chiudere l'offerta o di variarne i termini in qualsiasi momento».

La strategia di Jean Pierre Mustier
L'offerta permetterà a Unicredit «di supportare la crescita organica del gruppo, nel contesto della revisione strategica annunciata lo scorso 11 luglio».  L'operazione, inoltre, comporterà un aumento del flottante di FinecoBank. L'offerta «è un ulteriore precisa indicazione che Unicredit intende agire in maniera decisa e rapida per cogliere ogni opportunità incrementale per la creazione di valore» in linea con il rinnovato impulso a una gestione attiva del portafoglio in cui tutti gli attivi saranno soggetti alla stessa disciplinata gestione del capitale (LEGGI ANCHE "Banche, lo slalom di Unicredit tra cessioni e sofferenze in attesa del referendum").

Per un anno Unicredit non potrà disporre di altre azioni Fineco
Il gruppo guidato da Jean Pierre Mustier (LEGGI ANCHE "Unicredit, Jean Pierre Mustier: ecco chi è il nuovo ad") ha sottoscritto un impegno a non disporre di ulteriori azioni di FinecoBank per un periodo di 360 giorni dalla data di regolamento dell'operazione. Durante il lockup, «salve alcune eccezioni in linea con la prassi di mercato, Unicredit non potrà porre in essere nessuno atto di disposizione delle azioni di FinecoBank senza il consenso di Ubs per conto dei joint bookrunners».