15 dicembre 2019
Aggiornato 06:00
Relazioni USA-Arabia Saudita

Trump fornirà ai sauditi armi per 110 miliardi di dollari

L'accordo firmato dal presidente americano a Riyad: «Rafforzata la capacità saudita di contribuire alle operazioni antiterrorismo nella regione, riducendo il peso sulle forze Usa nella conduzione di tali operazioni».

Relazioni USA-Arabia Saudita

Trump accolto in pompa magna a Riad

L'accoglienza riservata al Presidente americano contrasta con il trattamento, piuttosto freddo, ricevuto un anno fa nella sua ultima visita, l'ex Barack Obama criticato da Riad per aver avviato un dialogo con l'Iran, rivale regionale dell'Arabia Saudita.

Amministrazione Trump

Mentre a casa si parla di Russia, Trump punta sull'Islam

La visita in Arabia Saudita di oggi e domani è un momento fondamentale per iniziare il dialogo non solo con l'Arabia saudita ma anche con i principali leader della regione: ci sarà infatti un incontro in onore di Trump con i capi di stato delle 40 principali nazioni a maggioranza musulmana.

L'annuncio durante la visita di Trump

L'Arabia Saudita pronta ad investire 40 miliardi nelle infrastrutture americane

L'accordo dovrebbe essere ufficializzato alla fine di maggio, nel corso delle visita del presidente americano nel Paese. Tuttavia, scrive Bloomberg citando fonti anonime, non è stata presa alcuna decisione finale e l'intesa potrebbe anche fallire o essere rimandata.

La geopolitica della Finanza

Arrivano i bond del terrorismo: sono sauditi e rendono il 3,6%

Il reame wahabita, in crisi economica nonostante le esportazioni record di petrolio degli ultimi anni ha deciso di emettere titoli di stato per 17,5 miliardi. Le entrate fiscali derivanti dal petrolio sono state pari all’85% del totale nel 2014

Scetticismo in vista dell'incontro informale OPEC in Algeria

Il petrolio è in preda alla volatilità

Gli investitori non sanno se brindare all'inatteso calo delle scorte settimanali americane o se temere l'ipotesi di un aumento della produzione in Arabia Saudita, dove già a luglio aveva raggiunto livelli record andando così ad aumentare scorte mondiali in eccesso.

Dopo attacco a sedi diplomatiche saudite nella Repubblica islamica

Crisi tra Riad e Teheran, la tensione si diffonde a macchia d'olio

Numerosi Paesi, tra cui Qatar e Gibuti, stanno richiamando il proprio ambasciatore a Teheran dopo l'attacco alle sedi diplomatiche saudite in Iran. Intanto, le proteste contro l'uccisione dell'imam sciita proseguono

Ma Riad assicura: no conseguenze su colloqui di pace in Siria e Yemen

L'ONU condanna gli attacchi all'ambasciata saudita in Iran (ma non l'uccisione dell'imam)

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha condannato con la massima fermezza gli attacchi contro le missioni diplomatiche dell'Arabia saudita a Teheran e Mashhad (nel Nord-est dell'Iran), seguite all'esecuzione da parte di Riad dell'imam sciita Nimr al Nimr

Gli sforzi Usa in Medio Oriente rischiano un nuovo stop

Tensione Arabia Saudita-Iran: un nuovo ostacolo per Obama?

La guerra diplomatica scoppiata negli ultimi giorni nel mondo arabo tra sunniti e sciiti presenta conseguenze inaspettate anche per gli Stati Uniti, già in evidente difficoltà in Medio Oriente

Proseguono polemiche e violenze

Arabia saudita, sarà la Russia il «paciere» con l'Iran?

Dopo le polemiche e le manifestazioni seguite all'uccisione dell'imam sciita in Arabia Saudita, le relazioni con Teheran si sono frantumate. Tensioni settarie emergono pericolosamente in tutta la regione

Khamenei: «Vendetta divina». Tiepida reazione USA

Venti di tensione tra Iran e Arabia Saudita

Dopo l'esecuzione dello sceicco sciita Nimr al Nimr e la reazione virulenta della comunità sciita del mondo arabo e musulmano, l'Arabia saudita ha deciso di rompere le sue relazioni diplomatiche con l'Iran ed ha dato 48 ore di tempo ai membri della rappresentanza diplomatica iraniana a Riad per lasciare il Paese

Lotta al terrorismo islamico

Riad alla guida una coalizione di 34 Paesi musulmani contro il terrorismo

L'alleanza, che avrà un centro di coordinamento operativo a Riad e si confronterà con le maggiori potenze internazionali, è nata nell'immediata vigilia del cessate il fuoco nello Yemen. Teatri d'azione: Siria, Iraq, Sinai, Yemen, Libia, Mali, Nigeria.

Respinta proposta russa

Riad: no a coalizione con Mosca e Damasco contro l'Isis

Il capo della diplomazia saudita, Adel al Jubeir, ha respinto oggi a Mosca la proposta russa di dare vita a una grande coalizione contro i jihadisti dello Stato islamico (Isis) in Siria e ha ribadito la necessità di un'uscita di scena del presidente siriano Bashar al-Assad