29 marzo 2020
Aggiornato 15:00
L'annuncio durante la visita di Trump

L'Arabia Saudita pronta ad investire 40 miliardi nelle infrastrutture americane

L'accordo dovrebbe essere ufficializzato alla fine di maggio, nel corso delle visita del presidente americano nel Paese. Tuttavia, scrive Bloomberg citando fonti anonime, non è stata presa alcuna decisione finale e l'intesa potrebbe anche fallire o essere rimandata.

Il Presidente americano, Donald Trump
Il Presidente americano, Donald Trump ANSA

NEW YORK - Nonostante non ci sia ancora una data e neppure la convinzione che il Congresso voglia approvarlo, l'Arabia Saudita si prepara ad annunciare un investimento da 40 miliardi di dollari nel piano per il rilancio delle infrastrutture di Donald Trump. L'accordo dovrebbe essere ufficializzato alla fine di maggio, nel corso delle visita del presidente americano nel Paese. Tuttavia, scrive Bloomberg citando fonti anonime, non è stata presa alcuna decisione finale e l'intesa potrebbe anche fallire o essere rimandata.
Non è la prima volta che l'Arabia Saudita, alleato di lungo corso degli Stati Uniti, ha detto di essere intenzionata a investire negli Stati Uniti. Il ministro dell'Energia della monarchia, Khalid Al-Falih, a marzo aveva detto a Cnbc che il regno credeva che le infrastrutture americane fossero un settore molto interessante per fare investimenti.
«Il programma sulle infrastrutture del presidente Trump e della sua amministrazione è qualcosa di interessante al quale siamo interessati perché ampia il nostro portfolio e apre un nuovo canale per un investimento sicuro, a basso rischio e con un alto ritorno che cerchiamo», aveva detto Al-Falih.

Clima cambiato
Negli ultimi anni le relazioni tra Stati Uniti e Arabia saudita si erano deteriorate a causa delle forti posizioni di Barack Obama sull'assenza di diritti civili nel Paese. Adesso, dopo l'incontro tra Donald Trump e i principe Mohammed bin Salman, avvenuto a marzo alla Casa Bianca, tutto sembra essere cambiato. I due paesi hanno annunciato di voler tornare a lavorare insieme, con un programma di investimenti in Usa da parte di Riad in infrastrutture, tecnologia ed energia del valore di 200 miliardi di dollari.
Nel corso della campagna elettorale del 2016, Trump ha promesso di lanciare un programma sulle infrastrutture da 1.000 miliardi di dollari, finanziato soprattutto da investimenti privati.

Sussidi disoccupazione a 236.000, meglio delle stime
Il numero dei lavoratori che per la prima volta hanno richiesto i sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, la scorsa settimana, è diminuito, al contrario del previsto. Secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro, nella settimana conclusasi il 6 maggio, le richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione sono diminuite di 2.000 unità a 236.000, mentre gli analisti attendevano un rialzo a 244.000 unità; il dato della settimana precedente è rimasto invariato a 238.000 unità. Il valore si attesta in media sotto quota 300.000 da 114 settimane, la serie migliore dal 1970.
La media delle quattro settimane, più attendibile in quanto non soggetta alle fluttuazioni del mercato, è aumentata di 500 unità a 243.500. Il numero complessivo dei lavoratori che ricevono sussidi di disoccupazione da più di una settimana - relativo alla settimana terminata il 29 aprile, l'ultima per la quale è disponibile il dato - è diminuito di 61.000 unità a 1,92 milioni, il livello più basso dal novembre 1988.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal