> <
RSS

Balduzzi: Riorganizzare l'assistenza primaria

Il Ministro della Salute: «Quella di un modello di assistenza di base integrata e a regime 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 è una scelta precisa e quindi non si presta ad adattamenti, se non per quanto riguarda le modalità organizzative. È la vera novità, se ne discuteva da molti anni. Su nomine finisce l'influenza della cattiva politica. Il problema delle bibite gasate non è chiuso»

Decretone sanità, per le Regioni nessuna urgenza

Iorio: in ultima bozza mancano molte proposte concordate. Tra le disposizioni mancanti, sottolineano le Regioni, le norme per l'indennizzo degli emotrasfusi, la revisione della normativa antincendio, le norme definitive sull'esercizio della libera professione, l'utilizzo dei farmaci /off-label/, i precari per le Regioni con i piani di rientro. Domani firma Memorandum Salute tra Italia, Malta, Regi

Medici di base: Pronti allo sciopero

Fimmg, Sumai e Fimp, i tre sindacati maggioritari dei medici convenzionati sono sul piede di guerra: dichiarano lo stato di agitazione e sono «pronti allo sciopero ad oltranza se il decreto legge Balduzzi dovesse subire gli stravolgimenti suggeriti dalle Regioni»

Balduzzi: Non tutto si può fare con i divieti

«Se scoraggiare consumi significa promuovere stile di vita più razionale e sobrio non è un risultato malvagio, preoccupazione economica non ha fondamento: si tratterebbe al massimo di un aumento di tre centesimi a bottiglietta, il valore importante è far riflettere su necessità di abitudini alimentari migliori specialmente per i più giovani»

Balduzzi: La sanità non sarà mai privata

Il Ministro della Salute: «Abbiamo una delle migliori sanità del mondo in cui il privato sta dentro le regole del servizio sanitario pubblico. Cosa vorrebbe dire aprire al privato: far pagare di più? O finanziarie in altro modo il servizio sanitario nazionale chiedendo ai cittadini più ricchi di sottoscrivere un'assicurazione sanitaria? Il mio programma è un altro»

> <