24 agosto 2019
Aggiornato 13:00

Gentiloni: sanità pubblica pilastro a cui non intendiamo rinunciare. Ma poi si parla di «risanare» i bilanci

Le parole de premier Paolo Gentiloni intervenuto ad Ariccia dove ha visitato, insieme al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il cantiere del nuovo ospedale dei Castelli Romani

ROMA - "Nessuno rinuncia alla sanità pubblica, il governo la difende e la promuove", "la sanità pubblica è un pilastro al quale non intendiamo rinunciare" ma al tempo stesso deve proseguire l'opera di "risanamento" dei bilanci sanitari. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni intervenendo ad Ariccia dove ha visitato, insieme al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il cantiere del nuovo ospedale dei Castelli Romani. "Il risanamento - ha spiegato Gentiloni - non è in contraddizione con il concetto di sanità pubblica come valore universale che è il principio cardine della nostra società alla quale non vogliamo rinunciare" ma bisogna "evitare sprechi ed esaltare le professionalità".