16 settembre 2019
Aggiornato 01:30

Beltramo: Dovizioso ora è più sereno... e ha suonato tutti

Sciolti i dubbi dell'alternativa Honda, e decisa la sua permanenza in Ducati, Andrea sembra più rilassato, e i risultati si sono visti: miglior tempo nelle libere

MILANO – Il venerdì del Gran Premio di Francia di MotoGP è stata la giornata di Andrea Dovizioso, che in un colpo solo si è assicurato la riconferma per altre due stagioni alla Ducati e il miglior tempo al termine delle prove libere. «Andrea Dovizioso ha confermato oggi pomeriggio alle 17, in una conferenza stampa, di aver raggiunto l'accordo con la Ducati – ha raccontato il nostro Paolo Beltramo – La notizia era nell'aria, ma ora è ufficiale: il Dovi resta a Borgo Panigale anche nel 2019-2020. Sono state settimane di dubbi, perché aveva l'alternativa Honda, ma ora che è più sereno e rilassato in pista ha suonato tutti. Ha dato 168 millesimi a Marc Marquez: il che è una brutta notizia, perché significa che la Honda è migliorata davvero molto, visto che a Le Mans di solito era molto più in difficoltà».

Riecco la Yamaha
Come previsto, e sperato, anche la Yamaha ha dato segni di risveglio: lo dimostra il terzo tempo staccato da Valentino Rossi, davanti a Maverick Vinales e a Johann Zarco. «Molto dipende da che tipo di gomme hanno utilizzato: certi, come Dovizioso, quelle usate della mattina; altri, come Marquez, quelle più dure; Rossi pare abbia usato quelle più morbide e più nuove – prosegue Paolone – Ma quello che conta è essere lì, e le tre Yamaha sono tra i primi cinque».