22 settembre 2021
Aggiornato 09:30
Motociclismo

Jack Miller vince il GP di Francia di MotoGP

La Ducati si candida, con sempre più forza, al titolo mondiale. Tre piloti nelle prime quattro posizioni della classifica generale, con Jack Miller reduce da un bis di vittorie che fanno ben sperare il team

Jack Miller vince il GP di Francia di MotoGP
Jack Miller vince il GP di Francia di MotoGP Ducati

Doppietta Ducati a Le Mans: Miller vince davanti ai due francesi Zarco e Quartararo. La gara parte sull'asciutto, ma a 22 giri dal termine inizia a piovere: i piloti tornano ai box per cambiare moto. L'asfalto bagnato provoca molte cadute, tra cui Morbidelli (che torna in pista, ultimo all'arrivo), Marc Marquez e Mir. Grande rimonta di Bagnaia: partito 16°, chiude 4°. Petrucci 5° al traguardo, 11° Rossi. Pecco cede la testa del Mondiale a Quartararo (distante un punto).

La gara è stata condizionata dalla pioggia che dopo i primi 5 giri sull'asciutto ha sparigliato le carte. Ne ha tratto vantaggio la Ducati, alla seconda doppietta di fila, precisissima sul bagnato e anche dopo, quando il vento e il sole hanno asciugato la pista. La Desmosedici con Miller ha navigato sicura, consentendo anche a Zarco di salire per la terza volta in stagione sul secondo gradino del podio e a Bagnaia, di rimediare alla grande a una qualifica imperfetta.

Dimostrazione di forza, quella offerta in Francia dalla Casa di Borgo Panigale che ha dovuto anche incassare, con i piloti del team ufficiale, un doppio long lap penalty per eccesso di velocità ai box. Eccezionale Danilo Petrucci, 5° sulla pista dove aveva vinto l'anno scorso sulla Ducati e alla migliore prestazione con la Ktm del team Tech3: le condizioni di bagnato esaltano il ternano che può far leva su questo risultato anche per risollevare il suo morale dopo un inizio di stagione al di sotto delle aspettative. Prossimo GP al Mugello dal 28 al 30 maggio.

Miller: «Gara frenetica, team straordinario»

La Ducati si candida, con sempre più forza, al titolo mondiale. Tre piloti nelle prime quattro posizioni della classifica generale, con Jack Miller reduce da un bis di vittorie che fanno ben sperare il team di Borgo Panigale: «E' stata una gara frenetica, non c'era vento prima della gara e poi è arrivato insieme alla pioggia. Quando sono rientrato c'è stata la bandiera rossa, il doppio long lap e i primi giri sono stati insidiosi».

«Mi hanno multato per l'eccesso di velocità, ma fortunatamente mi sono sentito a mio agio e mi sono adattato a queste condizioni prendendo Quartararo e poi amministrando su Zarco. Ho deciso di continuare anche quando pensavo di dover rientrare per cambiare moto, è una vittoria fantastica e non posso che ringraziare il team perché sono straordinari» ha spiegato Miller.

Zarco: «Grande gara»

Secondo gradino del podio per la Ducati del team satellite Pramac con Johann Zarco: «Sono davvero felice, è stata una grande gara. Quando abbiamo visto le prime gocce di pioggia abbiamo fatto un giro in più, ma se avessimo cambiato subito la moto avremmo anche potuto vincere. E' stato bagnato per tanto, Miller aveva la soft al posteriore e questo lo ha aiutato. Le condizioni erano ottimali per me, ma 20 punti sono davvero importanti».

Quartararo: «Felice del risultato»

«El Diablo» Fabio Quartararo conquista il terzo posto in casa, punti importanti per tornare in testa al mondiale: «Non so quali gomme abbiano messo gli altri, ma la mia posteriore era fin troppo morbida. Le condizioni erano molto insidiose, siamo andati bene e sono contento come se fosse una vittoria. Un risultato che mi rende molto felice».