19 agosto 2022
Aggiornato 13:00
Formula 1

F1 Austria: trionfa la Ferrari di Leclerc! Battuto Verstappen. Sainz ritirato

Sono serviti tre sorpassi da manuale in Austria a Charles Leclerc per battere Max Verstappen e tornare a sorridere dopo gli ultimi Gran Premi ricchi di delusioni: «Grande vittoria, ma alla fine ho tremato»

Il podio del GP di Austria: Max Verstappen (2°), Charles Leclerc (1°) e Lewis Hamilton (3°)
Il podio del GP di Austria: Max Verstappen (2°), Charles Leclerc (1°) e Lewis Hamilton (3°) Foto: Red Bull

Sono serviti tre sorpassi da manuale in Austria a Charles Leclerc per battere Max Verstappen e tornare a sorridere dopo gli ultimi Gran Premi ricchi di delusioni. Lo fa in maniera trionfale. Perfetta la condotta di gara, perfetta la strategia, perfetti i sorpassi in gara con la Ferrari di Leclerc che ha dimostrato di averne di più della Red Bull.

Peccato per Carlos Sainz che, quando stava per attaccare Verstappen e condurre a una doppietta Ferrari, ha visto il suo motore esplodere con lo spagnolo uscito tra le fiamme della monoposto. Terzo posto per Hamilton. Poi Russell, Ocon, Mick schumacher. Il punto di bonus per il giro veloce è stato ottenuto da Max Verstappen, che dunque ha limitato i danni da Leclerc, perdendo solo 6 punti. Ora il monegasco è a -38 nella classifica piloti. Prossimo appuntamento il 24 luglio in Francia sul circuito Paul Ricard.

La gara

Superpartenza di Verstappen sul quale Leclerc può far poco. Sainz terzo. Perez tenta il sorpasso all'esterno su Russell ma il britannico con l'ala anteriore colpisce il messicano mandandolo in testacoda. Battaglia in avvio tra l'olandese e il ferrarista che girano sullo stesso passo. Al decimo giro Leclerc infila Verstappen all'interno ma l'olandese sfrutta la trazione in uscita di curva e resiste in prima posizione. Dura poco, dopo due giri Leclerc infila Verstappen all'interno con una staccata millimetrica. Cambia la strategia di Verstappen che decide di uscire due giri dopo lasciando alla coppia Ferrari Leclerc-Sainz la testa della gara. Verstappen monta gomme hard. Rientra in pista in ottava posizione e nel traffico. Verstappen semina avversari ed al 18esimo è terzo a 20» da Leclerc. Perez si ritira.

Ferrari ai box, gomme hard per Leclerc e Sainz. Verstappen in ritardo. Al 27esimo giro pit-stop per Leclerc. Gomme hard. Sosta da 2"6, rientra appena davanti a Hamilton in terza posizione con Sainz in testa su Verstappen. Al 30esimo giro tutto da rifare per le Ferrari con Verstappen davanti a Leclerc e Sainz. Ma il Leclerc di oggi è scatenato e la Ferrari nettamente più veloce. Altro sorpasso pulito all'interno e il monegasco in testa. A metà gara Verstappen sceglie nuovamente il pit stop con Sainz al secondo posto. Al 50esimo giro è battaglia di strategia, si fermano l'uno dopo l'altro Leclerc e Sainz che tornano a tallonare Verstappen. E Leclerc ripassa al 53simo giro.

Il ritiro di Sainz

Lucidità e gomme più fresche per il sorpasso che risulterà decisivo. Leclerc attacca all'esterno. Verstappen protegge l'interno con una staccata al limite, finisce lungo così il pilota della Ferrari lo passa in uscita di curva grazie ad una miglior trazione. Ma le emozioni non finiscono. Al giro 57 si rompe il motore di Sainz mentre stava attaccando Verstappen. Lo spagnolo nella ghiaia con la vettura in fiamme. Virtual Safety car, Leclerc pit stop. Monta gomme medie, così come Verstappen. La gara si riapre incredibilmente a causa di un nuovo problema di affidabilità per la Ferrari. E negli ultimi giri il monegasco lamenta anche un problema al pedale dell'acceleratore ma chiude in testa.

Leclerc: «Grande vittoria, ma alla fine ho tremato»

Una vittoria con il brivido per la Ferrari di Charles Leclerc. Grandissima gara del monegasco a Spielberg (Austria), sede dell'undicesimo round del Mondiale 2022 di F1, a precedere l'olandese Max Verstappen (Red Bull) e le due Mercedes dei britannici Lewis Hamilton e George Russell. «E' stata una bella gara. Abbiamo dimostrato di avere una grande velocità - ha detto Leclerc all'arrivo - però sinceramente ho tremato verso la fine perché ho avuto un problema al pedale dell'acceleratore proprio nel momento in cui si è ritirato Carlos (Sainz ndr.). E' stato per questo molto difficile».

«Comunque, siamo riusciti ad arrivare al traguardo e la cosa più importante è che oggi abbiamo messo sull'asfalto il nostro potenziale. E' la seconda vittoria consecutiva per la Ferrari e quindi dobbiamo continuare a spingere fino alla fine per il nostro obiettivo», ha sottolineato il ferrarista. Per Leclerc si tratta della quinta vittoria in carriera e della terza nel 2022 per lui, dopo i centri in Bahrain e in Australia. Un risultato significativo anche per il suo morale dopo quanto accaduto a Silverstone.

Verstappen deluso: «Troppo degrado impossibile attaccare»

Roma, 10 lug. - Max Verstappen chiude in seconda posizione il Gran Premio d'Austria 2022, undicesimo round stagionale del Mondiale di Formula Uno. Il campione iridato in carica non riesce a difendere la pole position, cedendo il passo alla Ferrari di Charles Leclerc a causa di un eccessivo degrado degli pneumatici rispetto alle Rosse. «Giornata complicata. Immediatamente abbiamo iniziato a soffrire con le gomme e questo si è verificato con ogni mescola. Troppo degrado per poter attaccare Charles, ma comunque è buon 2° posto. Risultato positivo in una giornata difficile. Tifosi? Il loro fumo arancione non mi distrae, è bello guidare in questo contesto», le prime dichiarazioni a caldo dell'olandese Red Bull ai microfoni della Fia.

«Vedere così tanti tifosi qui in Austria è bellissimo. Purtroppo non ho potuto regalare una vittoria oggi, ma il secondo posto è un risultato discreto. Con Charles lottiamo da tutto l'anno, è bellissimo vedere queste battaglie», aggiunge Max.

Per Hamilton un terzo posto superiore alle aspettative

«Per prima cosa voglio salutare un pubblico davvero incredibile (300.000 spettatori nell'intero weekend ndr). Sinceramente non mi aspettavo di andare così bene, dopotutto anche ieri nella Sprint Race ho fatto molata fatica, come del resto per tutto il corso del weekend. Nonostante le difficoltà abbiamo centrato un terzo e quarto posto a livello di scuderia, per cui tanti punti. Bene così, ma dobbiamo guardare avanti».

Lewis Hamilton prosegue nel suo racconto, provando a guardare il bicchiere mezzo pieno: «In primo luogo devo ringraziare il team per l'incredibile lavoro svolto nei giorni scorsi. Hanno ricostruito la mia vettura dopo le qualifiche e ieri mattina me ne hanno messa in mano una nuova di zecca. Dobbiamo continuare a lavorare, a migliorare e rimanere sempre all'erta».

Sainz: «Peccato, poteva essere doppietta»

Tanto amaro in bocca per Carlos Sainz, costretto al ritiro per problemi alla sua monoposto nel Gp d'Austria. Un ritiro arrivato quando sembrava lanciato verso Verstappen con grandi possibilità di superarlo: «È successo tutto in un momento, sapevo che c'era il fuoco e nessuno mi aiutava a scendere dalla macchina. Ho deciso di saltare fuori perché c'era troppo fuoco. Dobbiamo controllare cosa non sia andato, abbiamo avuto dei problemi ma è anche vero che la macchina è molto veloce. Oggi la doppietta era facile da fare, ma ci sono delle cose da rivedere per evitare che accada di nuovo tutto ciò. Quello che è successo oggi è un po' la storia della mia stagione».

Per Mattia Binotto, team principal Ferrari, la giornata è comunque positiva: «Ci sono tanti aspetti positivi oggi, grande vittoria di Leclerc e secondo successo di fila. Oggi la squadra ha funzionato bene e possiamo sorridere. La parte dolente è quella della rottura di Sainz, non siamo ancora al riparo dai problemi di affidabilità e ci dobbiamo lavorare ancora di più».