3 dicembre 2022
Aggiornato 19:30
Formula 1

GP Abu Dhabi, vince Verstappen. Bravo Leclerc! È 2° in gara e nel Mondiale

L'olandese della Red Bull domina l'ultimo appuntamento del campionato davanti al monegasco, che gestisce bene le gomme nella strategia a una sosta e beffa il messicano, solo terzo. Quarto Sainz, poi Russell. Ferrari seconda nel mondiale costruttori.

Charles Leclerc (2°), Max Verstappen (1°) e Sergio Perez (3°) sul podio del GP di Abu Dhabi
Charles Leclerc (2°), Max Verstappen (1°) e Sergio Perez (3°) sul podio del GP di Abu Dhabi Foto: ANSA

ABU DHABI - Porta la firma di Max Verstappen l'ultimo di Gp di stagione, quello di Abu Dhabi. Grazie al secondo posto di Charles Leclerc, davanti all'altra Red Bull di Sergio Perez, la Ferrari conquista il secondo posto nel mondiale costruttori. Dietro Perez, nell'ordine Sainz, Russell, Norris, Ocon, Stroll, Ricciardo e Vettel al passo d'addio con la Formula1 e festeggiato da tutto il circus.

Al via le due Red Bull sembrano avere un passo superiore con Sainz e Hamilton che duellano. Il britannico dopo dieci giri accusa un calo di potenza che risulterà decisivo per la sua gara. Dopo il primo giro di pit stop (giro 23) la situazione dice Verstappen, Perez, Leclerc, Sainz, Russell, Vettel, Hamilton, Norris, Ocon e Stroll. Ora in pista hanno tutti gomma dura, tranne Vettel che ha la media. A metà gara Leclerc prova ad avvicinare Perez. Al 34esimo sosta per Perez, Leclerc prosegue, il messicano riparte dietro alle Mercedes. Al giro 41 Verstappen ha 7» su Leclerc e 16 su Hamilton. Poi Perez a 19».

I box Ferrari segnalano a Leclerc che si aspettano di essere ripresi da Perez a fine gara. Perez che passa Hamilton ed è terzo. A dieci giri alla fine Leclerc lotta per tenere a distanza Perez che è a 8 secondi. La battaglia tra i due è durissima curva su curva con Hamilton costretto al ritiro al penultimo giro. Finisce con Verstappen davanti a Leclerc e Perez.

Verstappen: «Incredibile chiudere con un'altra vittoria»

Max Verstappen festeggia e chiude in bellezza dopo essersi aggiudicato il Gran Premio di Abu Dhabi, ventiduesimo ed ultimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno 2022. Quella di Yas Marina è la quindicesima affermazione di un anno perfetto. Al termine della gara, dopo una serie di «Donuts» per celebrare l'addio di Sebastian Vettel, il pilota olandese ha raccontato le sue sensazioni nel corso delle interviste di rito sul traguardo, oggi condotte da Jenson Button: «Davvero una bella gara, tutta incentrata sulla gestione degli pneumatici. Nel primo stint ci siamo presi cura delle gomme medie, quindi nel secondo stint con le hard abbiamo dovuto gestire le gomme letteralmente fino all'ultimo metro».

Poi il bilancio del suo straordinario 2022: «Incredibile chiudere con un'altra vittoria, soprattutto qui. 15 successi stagionali sono un risultato spettacolare. È stato davvero molto bello lavorare con il team e ottenere risultati simili. Sarà dura replicare quanto fatto nel 2023, ma sarà la motivazione giusta per fare ancora grandi cose».

Leclerc: «Gara perfetta, strategia indovinata»

«Ho dato il 110% dal primo all'ultimo giro, una gara perfetta. L'unico modo per arrivare davanti a Perez era quello di diversificare la strategia e l'abbiamo fatto. Il passo era ottimo e quindi sono soddisfatto». Così Charles Leclerc secondo ad Abu Dhabi dietro il campione del mondo, l'olandese MAx Verstappen. Con questi risultati, Leclerc e la Ferrari ottengono le piazze d'onore nelle due graduatorie piloti e costruttori: le prime impressioni a caldo del monegasco.

L'addio di Sebastian Vettel: «Mi sento vuoto»

«Spero di aver trasmesso anche valori più importanti. Grazie per l'amore che mi avete trasmesso, mi mancherà tutto questo. Vivere questa carriera è stata una gioia». Così Sebastian Vettel che ad Abu Dhabi ha corso il suo ultimo gran premio. Vettel ha poi parlato a Sky Sport ripercorrendo un fine settimana intenso e particolare: «Onestamente mi sento vuoto esordisce - È stato un weekend diverso, con tanto supporto e un'energia diversa. C'era tanto amore nell'aria ed è stato bello vedere tutto questo sostegno nel paddock. È stato speciale avere l'opportunità di dire addio così. Servirà un po' di tempo per assorbire tutto e ci ripenserò. È stato molto emozionante mettere le scarpe e la tuta prima della gara, sentire la stessa musica, dei piccoli gesti che porto con me».