20 maggio 2022
Aggiornato 18:30
Formula 1

GP Arabia, Perez in pole beffa la Ferrari! Leclerc 2° su Sainz. Paura per Mick Schumacher

E' del messicano Sergio Perez la seconda pole di stagione, quella del circuito di Jeddah per il Gp di Arabia Saudita, secondo appuntamento del mondiale di Formula 1. Verstappen quarto, Hamilton sedicesimo

Sergio Perez, in pole nel GP di Arabia Saudita
Sergio Perez, in pole nel GP di Arabia Saudita Foto: Red Bull

E' del messicano Sergio Perez la seconda pole di stagione, quella del circuito di Jeddah per il Gp di Arabia Saudita, secondo appuntamento del mondiale di Formula1. Il messicano della Red Bull ha chiuso in 1'28:200 precedendo i ferraristi Charles Leclerc (1'28:225) e Carlos Sainz (1'28:404). Quarta l'altra Red Bull di Max Verstappen a 261 millesimi da poleman. Poi Ocon, Russell, Alonso, Bottas, Gasly, Magnussen. Soltanto sedicesimo Lewis Hamilton.

Paura per Mick Schumacker, a muro a Jeddah a 250 kmh

Terribile incidente nelle qualifiche di Jeddah per Mick Schumacher. A 5' dal termine del Q2 del GP dell'Arabia Saudita. Regime di bandiera rossa dopo la collisione con il muretto della Haas del tedesco. La macchina schizza su un cordolo e la VF-22 diventa incontrollabile. Velocità attorno ai 230 Km/h. Dopo attimi di tensione, le prime indicazioni sulle condizioni del pilota da parte del team: è cosciente ed è stato portato al centro medico.

«Mick non ha ferite - ha detto il Team Principal della Haas Steiner - va in ospedale per accertamenti ma parla e sta bene. Siamo stati fortunati. Ho comunicato con la madre costantemente. La radio si è rotta e abbiamo dovuto attendere per capire. Poi la Medical Car ha aggiornato noi e tutto il team. Non voleva andare in ospedale.... Se sarà in Australia? Vedremo».

Perez: «Se ci riprovassi altre mille volte...»

«Ci sono volute un po' di gare per fare la pole position, però che giro incredibile! Se dovessi riprovarlo altre mille volte, non mi verrebbe così bene. Non mi aspettavo di poter battere le Ferrari in qualifica, ci concentravamo maggiormente sulla gara, speriamo di poter vincere domani».

Leclerc: «Speriamo di partire bene»

«Il giro mi è sembrato buono, sono contento di quello che ho fatto», afferma Charles Leclerc, 2° in griglia nel Gran Premio dell'Arabia Saudita. «Durante tutti i giri della qualifica è stata solo una questione di tenere la macchina in pista senza commettere errori. In Q3 ho dato tutto e sono riuscito a mettere tutto assieme. Forse avrei potuto limare ancora qualcosa qua e là, sicuramente non mi aspettavo che Checo facesse un giro così, complimenti a lui. Ma domani è un altro giorno, speriamo di partire bene», conclude il ferrarista.

Sainz: «Meglio con le gomme usate»

«Ho fatto un buon giro nel primo tentativo del Q3 con gomma usata. Non so perché ma questo weekend le gomme usate mi danno maggior feeling che quelle nuove, con le quali invece ho più difficoltà nel gestirle. Nell'ultimo tentativo non avevo grip, ho faticato tanto. Checo e Charles mi hanno beffato ma va bene così, domani sarà una gara entusiasmante tra Ferrari e Red Bull, giocheremo un po' con la strategia e ci saranno sorpassi». 

Così al via del GP d'Arabia, seconda prova del Mondiale 2022:

  1. Sergio Perez, Red Bull, 1'28.200
  2. Charles Leclerc, Ferrari, 1:28.225
  3. Carlos Sainz, Ferrari, 1:28.402
  4. Max Verstappen, Red Bull, 1:28.461
  5. Esteban Ocon, Alpine, 1:29.068
  6. George Russell, Mercedes, 1:29.104
  7. Fernando Alonso, Alpine, 1:29.147
  8. Valtteri Bottas, Alfa Romeo, 1:29.183
  9. Pierre Gasly, AlphaTauri, 1:29.254
  10. Kevin Magnussen, Haas, 1:29.588
  11. Lando Norris, McLaren, 1:29.651
  12. Daniel Ricciardo, McLaren, 1:29.773
  13. Guanyu Zhou, Alfa Romeo, 1:29.819
  14. Mick Schumacher, Haas, 1:29.920
  15. Lance Stroll, A. Martin, 1:31.009
  16. Lewis Hamilton, Mercedes, 1:30.343
  17. Alexander Albon, Williams, 1:30.492
  18. Nico Hulkenberg, A. Matrin, 1:30.543
  19. Nicholas Latifi, Williams, 1:31.817
  20. Tsunoda, AlphaTauri, s.t.