8 agosto 2020
Aggiornato 22:00
Formula 1

GP di Stiria, vince Hamilton su Bottas. Disastro Ferrari

Doppietta Mercedes con l’inglese che precede il compagno di squadra e Verstappen della Red Bull. Leclerc colpisce Vettel al primo giro e per le rosse la gara è finita subito

Charles Leclerc e Sebastian Vettel
Charles Leclerc e Sebastian Vettel ANSA

Lewis Hamilton ha vinto il GP di Stiria, seconda prova del Mondiale di F.1 disputato sul circuito dello Spielberg, lo stesso dove si è svolto il primo appuntamento mondiale. L'inglese della Mercedes ha preceduto il compagno di squadra Valtteri Bottas e l'olandese della Red Bull Max Verstappen. Quarto posto per Alexander Albon che ha preceduto la McLaren di Lando Norris.

Disastro Ferrari, con Charles Leclerc che al primo giro ha colpito in curva 3 l'altra rossa di Sebastian Vettel in un errato tentativo di sorpasso. Il monegasco si è assunto la responsabilità dell'accaduto. Il britannico, sempre al comando, è ora a -6 da Schumacher nella classifica di vittorie all-time cogliendo la sua 85esima vittoria consecutiva.

Hamilton: «Bello tornare a vincere»

«Grazie al mio team, la Mercedes e a tutti i ragazzi in fabbrica. Annata bizzarra, ma è bello poter guidare ed esprimersi a questo livello. Siamo riusciti a portare la macchina al traguardo, evitando i cordoli. Sono grato di essere tornato al primo posto, mi sembra sia passato tantissimo tempo dall'ultima volta». Così Lewis Hamilton dopo il successo nel Gp di Stiria. «Tornare a vincere qui, dopo le difficoltà dello scorso fine settimana, significa molto. Adoro i back to back, sarà bellissimo correre già la settimana prossima in Ungheria», conclude il campione del mondo in carica.

Vettel critica Leclerc che si scusa

La Ferrari si lecca le ferite dopo il doppio ritiro nel Gp della Stiria, seconda prova del mondiale di Formula1. Sebastian Vettel ricostruisce così l'incidente: «Ero in lotta con altre macchine, Charles ha preso l'interno e non mi aspettavo di trovarmi qualcuno lì, non potevo fare nulla. Ho cercato di essere conservativo, ma l'ala era danneggiata. Manovra troppo ottimistica di Charles? Non credo ci fosse spazio di passare lì. Peccato non aver potuto provare il passo gara, la macchina dava buone sensazioni, con gli aggiornamenti mi sarebbe piaciuto fare la gara».

Charles Leclerc ammette le sue colpe: » Mi sono scusato con Seb, non sono stato bravo, sono deluso di me e basta, oggi c'era un'opportunità per fare meglio e l'ho persa, è tutta colpa mia, prendo la responsabilità, mi spiace per il il team che aveva lavorato tanto, volevamo vedere il risultato, ho buttato via tutto. Non è una scusa, volevo fare il massimo, ma sono stato troppo ottimista. Ho visto un buco e mi sono detto di provarci, dovevo pensarci di più perché era pure il mio compagno di squadra».

Binotto: «Responsabilità ovvia di Charles»

E' palpabile la delusione del Team manager della Ferrari, Mattia Binotto, per l'incidente che ha messo fuori combattimento le due Ferrari all'inizio del Gp della Stiria."La responsabilità dell'incidente è ovvia, è di Charles ma non aveva intenzione - dice il team manager della Ferrari - È la fine di un weekend iniziato male in salita, non si tratta di fare accuse, è ora di lavorare in modo unito e non partire a metà griglia».

«I piloti? Dispiace, dopo tanti sforzi, Charles e Seb comunque non hanno problemi. Non siamo competitivi, il rammarico è non aver portato le macchine al traguardo senza massimizzare le nostre possibilità, è un rammarico finire con due macchine fuori al primo giro. Non è una situazione banale, la prima cosa da fare è capire l'origine del problema, essere aperti, guardare tutto e lavorare per progredire».