15 ottobre 2019
Aggiornato 11:30

Mercato Milan: Leonardo sta per incassare il quarto no

La sessione invernale della campagna di riparazione non è ancora iniziata ma il Milan ha già collezionato ben 3 rifiuti, che potrebbero diventare presto 4 se venissero confermate le indiscrezioni provenienti dalla Francia

Il direttore dell'area tecnica del Milan Leonardo
Il direttore dell'area tecnica del Milan Leonardo ANSA

MILANO - Questo mercato invernale del Milan, stagione 2018-19, rischia di passare alla storia come quello dei grandi no. Non è ancora neppure iniziata la sessione di gennaio, al via il 3 gennaio, e il direttore dell’area tecnica Leonardo ha già dovuto incassare tre no ufficiali con un quarto no, forse il più doloroso, che sta per materializzarsi all’orizzonte.

Dopo aver incassato il rifiuto - l’ennesimo - di Zlatan Ibrahimovic, quello di Fabio Quagliarella che anzichè accettare la corte del Milan ha preferito rinnovare con la Sampdoria, e ieri quello di Luis Muriel, appena accasatosi con la Fiorentina malgrado l’accordo che il club di via Aldo aveva trovato con il Siviglia per portare il colombiano a Milano, adesso potrebbe toccare a Cesc Fabregas ferire in maniera indelebile i sentimenti dei tifosi milanisti.

Fabregas obiettivo dichiarato

Non è un mistero che il centrocampista catalano fosse finito nel mirino di Leonardo e Maldini, identificato dalla dirigenza rossonera come il rinforzo ideale per garantire alla linea mediana di Gattuso una necessaria e robusta dose aggiuntiva di fosforo, creatività, esperienza e attitudine alla vittoria. Senza dimenticare l’aspetto contrattuale (l’accordo con il Chelsea è in scadenza a giugno 2019) che fa dell’ex Arsenal e Barcellona un acquisto appetibile anche dal punto di vista strettamente economico.

Missione a rischio

Dopo una lunga opera di seduzione da parte di Leonardo nei confronti di Cesc Fabregas, il classe ’87 ormai escluso dai piani tattici di Sarri sembra però intenzionato a prendere la residenza a Montecarlo anzichè il volo per Milano Malpensa. Le indiscrezioni raccolte nelle ultime ore raccontano di un Cesc Fabregas ad un passo dal si definitivo al Monaco, grazie ai buoni uffici del vecchio amico ed attuale allenatore dei monegaschi Thierry Henry. La ragione è semplice: per quanto il Milan rappresenti per il centrocampista catalano un’opzione molto più affascinante rispetto alla squadra del Principato che naviga nelle zone bassissime della Ligue 1, l’offerta economica complessiva dei francesi - sia al calciatore che al Chelsea - è decisamente superiore a quella messa sul piatto da Leonardo. Ecco perchè per il direttore tecnico rossonero c’è il serio pericolo di vedere sfumare in pochissime settimane il quarto acquisto che sembrava ad un passo.

Pesa il fairplay finanziario

A parziale giustificazione c’è da sottolineare che la dirigenza di via Aldo Rossi è fortemente limitata dai paletti imposti dal fairplay finanziario, ma forse sarà il caso da qui in avanti di andare sugli obiettivi con un pizzico di decisione in più perchè il rischio di ritrovarsi il 31 gennaio con un pugno di mosche in mano è molto elevato.