22 ottobre 2018
Aggiornato 08:00

Higuain scalda i motori: ecco quando tornerÓ

Il centravanti guarito Ŕ pienamente ristabilito e giÓ oggi si allenerÓ in gruppo con tutta la squadra. L’appuntamento per il suo ritorno in campo Ŕ giÓ fissato.
Tutta la grinta di Gonzalo Higuain
Tutta la grinta di Gonzalo Higuain (ANSA)

MILANO - Tutti a San Siro domenica 7 ottobre alle ore 15.00. L’appuntamento è con Gonzalo Higuain che dopo qualche partita fermo ai box, troppe per i suoi gusti e soprattutto per le sue abitudini, tornerà ad indossare la maglia rossonera davanti ai propri tifosi. Messo fuori causa da un’infiammazione ad una vecchia cicatrice ai flessori, il Pipita ha preoccupato lo staff medico ma soprattutto ha messo nei guai Gennaro Gattuso che, con Patrick Cutrone anche lui fermo ai box per una distorsione alla caviglia, ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco e creare dal nulla un altro centravanti per sostituire i due bomber di ruolo. Così ad Empoli è toccato a Fabio Borini, con esiti tutt’altro che esaltanti, a Reggio Emilia contro il Sassuolo è stata invece la volta di Castillejo, e stavolta regalando gioie e gol al tecnico e al popolo rossonero.

Occhio al derby
Per il terzo incontro consecutivo senza il Pipita, giovedì sera a San Siro contro l’Olympiakos per la seconda giornata della fase a gironi di Europa League, dovrebbe toccare finalmente a Cutrone, ormai perfettamente ristabilito e pronto a guidare l’attacco del Milan nella sfida ai greci del Pireo.
E il Pipita? Oggi Higuain sosterrà l’intero allenamento con il gruppo, dopodichè mister Gattuso deciderà se convocarlo o meno per l’appuntamento infrasettimanale europeo. È probabile però che l’appuntamento possa venire rimandato al fine settimana, anche perchè l’elenco dei convocati in Europa League è limitato a 18 nomi, ragion per cui è lecito supporre che al bomber argentino venga concesso qualche giorno supplementare di riposo in vista del match contro il Chievo di domenica. Naturalmente con affaccio sul derby, in programma a San Siro subito dopo la sosta per le nazionali. Per quella dara Higuain dovrà farsi trovare pronto e tirato a lucido per la sfida a tinte albiceleste con Mauro Icardi. Una ragione in più per non affrettare i tempi del suo recupero.