19 settembre 2018
Aggiornato 05:00

Ingaggi serie A: dietro la Juve c’è solo il Milan

La classifica degli ingaggi della serie A evidenzia una verità inequivocabile…
L'allenatore del Milan Gattuso abbraccia Patrick Cutrone
L'allenatore del Milan Gattuso abbraccia Patrick Cutrone (ANSA)

MILANO - Ora Gennaro Gattuso potrebbe sentire un po’ di più la pressione. La classifica del monte ingaggi della nostra serie A, pubblicata oggi dalla Gazzetta dello Sport, ha ufficializzato una verità che per il momento è sussurrata a mezza bocca dagli addetti ai lavori, ma che potrebbe prendere sempre maggiore corpo nell’andare avanti della stagione: dietro alla Juventus pluricampione d’Italia c’è solo il Milan.
Il club bianconero, con l’acquisto estivo della superstar Cristiano Ronaldo e i 31 milioni di euro netti all’anno percepiti dal penta Pallone d’Oro, ha praticamente vinto già in partenza questa speciale graduatoria, arrivando ad una cifra complessiva al lordo di 219 milioni di euro.

Milan secondo
Molto distante, sul secondo gradito del podio, ecco il Milan americano con 140 milioni di euro, saldamente davanti all’Inter (parecchio dietro con 119 milioni, quindi la Roma (100) e il Napoli (92).
Seguono la Lazio (66), il Torino (43), la Fiorentina (37), Sampdoria (36) e Bologna (34). Nelle zone basse della classifica troviamo Sassuolo (30), Genoa (29) e Cagliari (29) e perfino l’Atalanta spettacolo di Gasperini. con appena 27 milioni di monte ingaggi (meno dello stipendio annuale del solo Ronaldo).
A chiudere la graduatoria Udinese (26), Parma (23), Frosinone (22), Chievo Verona (21), Spal (21) e fanalino di coda l’Empoli (16).

Niente alibi
Tornando alla lotta per le posizioni di prestigio della classifica, con la Juventus sempre più favorita anche alla luce del sontuoso inizio di campionato e dei 9 punti su 9 conquistati nelle prime tre giornate, si annuncia una lotta serrata per la conquista di uno degli altri 3 posti utili per l’accesso alla prossima Champions League. Una cosa però è certo: per il Milan l’alibi della squadra giovane e inesperta potrebbe non reggere più. E la classifica del monte ingaggi è lì a testimoniarlo. Gennaro Gattuso ha in mano una rosa altamente competitiva e il tecnico calabrese non può più nascondersi: Higuain (secondo solo dietro a Ronaldo con 9,5 milioni di stipendio netto a stagione) & compagni non possono più vestire i panni dell’outsider, quella rossonera è una squadra forte e altamente competitiva. Deve solo tornare al successo, come nella storia e nella tradizione dell’AC Milan.