Sport | Serie A

Asse caldo tra Milan e Raiola: in arrivo una novità importante

Dopo le baruffe dialettiche della scorsa estate, prove di disgelo tra il direttore dell’area tecnica rossonera Mirabelli e il procuratore italo-olandese. E all’orizzonte una bella novità per i tifosi del Milan.

Il procuratore italo-olandese Mino Raiola
Il procuratore italo-olandese Mino Raiola (ANSA)

MILANO - Difficile pronosticarlo fino ad appena poche settimane fa, ma il tormentato rapporto tra Massimiliano Mirabelli e Mino Raiola potrebbe clamorosamente volgere verso il sereno. Sembra che recentemente tra i due, protagonisti su fronti diametralmente opposti della vicenda più calda della scorsa estate, quella relativa al rinnovo di contratto di Gigio Donnarumma, siano riusciti a trovare un chiarimento sulle opposte vedute. Mossa pressochè imprescindibile, intanto perchè il giovane portiere di Castellammare di Stabia è ancora un calciatore del Milan, e quindi al centro di nuovi confronti di mercato tra i due, ma soprattutto perchè tra il club rossonero e il potente procuratore italo-olandese ci sono anche altre questioni da risolvere, dal proseguimento di carriera di Ignazio Abate, fino al rinnovo con adeguamento e prolungamento di contratto per Giacomo Bonaventura.

Rinnovo in vista
Mentre per il terzino è probabile che ci si accordi per una separazione consensuale che consentirà al Telepass Giallo di tentare un’avventura in MLS, il centrocampista marchigiano potrebbe essere il terzo rinnovo eccellente in casa Milan dopo quello già registrato di Alessio Romagnoli e il prossimo già definito che avrà quale protagonista Patrick Cutrone.
Per quanto Jack avesse manifestato qualche timido segnale di mal di pancia verso la fine del campionato appena concluso, con una precisa richiesta al suo procuratore di verificare l’eventuale disponibilità della Juventus ad avviare una trattativa con il Milan, ora gli scenari sembrano cambiati e il 5 rossonero pare fermamente intenzionato a restare a Milanello.
L’ipotesi più calda è quella di un prolungamento di almeno due anni (l’attuale contratto di Bonaventura è in scadenza nel 2020) con conseguente adeguamento e ritocco dell'ingaggio verso l'alto. Una soluzione che può far felici tutti e far stringere finalmente la mano a Massimiliano Mirabelli e Mino Raiola.