Sport | Calciomercato

Delusione Rodriguez: il Milan ha un nuovo obiettivo per la fascia sinistra

Manca ancora una giornata di campionato, ma Massimiliano Mirabelli è già al lavoro per migliorare la qualità complessiva della rosa a disposizione di Gennaro Gattuso.

Lo svizzero Ricardo Rodriguez
Lo svizzero Ricardo Rodriguez (ANSA)

MILANO - Si parla tanto di Kalinic e Andrè Silva, probabilmente più nell’occhio del ciclone per l’evidente mancato apporto in termini di numero di gol alla crescita del nuovo Milan, ma c’è un altro degli acquisti fortemente voluto da Massimiliano Mirabelli la scorsa estate che si è rivelato un’autentica delusione. A dispetto del suo ruolo di titolare inamovibile, dettato più che altro dall’assoluta mancanza di alternative credibili, il mancino svizzero Ricardo Rodriguez è la rappresentazione personificata del 5 in pagella. Mai un guizzo, mai uno spunto decisivo, ma un’iniziativa degna di menzione, ogni partita dell’ex Wolfsburg è uno svolgere il compitino, spesso condito pure da imperdonabili errori.

Calo evidente
Eppure l’inizio della stagione era stato incoraggiante. Probabilmente facilitato dal trovarsi di fronte avversari di livello qualitativo tutt’altro che esaltante nei vari preliminari di Europa League, RR aveva dato la sensazione di poter rappresentare un valore aggiunto importante alla causa rossonera.
Una sensazione durata un battito di ciglia, sono bastati i primi probanti impegni di campionato per fotografare una realtà impietosa: Rodriguez è solo un lontano parente del brillante ed intraprendente terzino che imperversava in Bundesliga e in Champions League fino a 2-3 anni fa, quando perfino il Real Madrid ci aveva fatto un pensiero. Oggi lo svizzero sembra insicuro, intimidito, di sicuro non un valore aggiunto per il Milan.

Biraghi nome nuovo
Ecco perchè Massimiliano Mirabelli ha iniziato a scandagliare il mercato alla ricerca di un giocatore capace di prendere possesso della fascia mancina e governarla con esiti più apprezzabili. Intanto il Milan ha messo sotto contratto il croato Strinic a parametro 0 che arriverà in vece di Luca Antonelli che saluterà la comitiva, ma sembra che la dirigenza rossonera abbia già trovato con Cristiano Biraghi, cresciuto nell’Inter e reduce da un campionato in primissima linea con la maglia della Fiorentina. Con i viola il classe ’92 cresciuto a Cernusco sul Naviglio ha disputato quest’anno ben 33 presenze in campionato, impreziosite da 1 gol e 5 assist e sembra in grado di rappresentare una solida alternativa allo svizzero Rodriguez.
Domenica Milan e Fiorentina si troveranno a San Siro per l’ultima giornata di campionato. Chissà che non sia l’occasione giusta per mettere a punto anche i dettagli di un trasferimento che sembra molto ben avviato.