28 maggio 2020
Aggiornato 18:31
Calcio

Conte a Parigi, Luis Enrique a Londra? La grande girandola delle panchine europee

Nella prossima stagione diversi club europei potrebbe cambiare guida tecnica dando vita ad un'operazione domino che coinvolgerebbe alcune delle società più importanti del continente

Antonio Conte, allenatore del Chelsea e dal futuro incerto
Antonio Conte, allenatore del Chelsea e dal futuro incerto ANSA

PARIGI - Il domino è semplice: muovi nel modo giusto una pedina e automaticamente se ne incastrano a decine. La situazione degli allenatori di diverse società europee per la stagione 2018-2019 è molto simile, al momento ingarbugliata e indecifrabile ma fra 2-3 mesi assai più definita. Partendo da casa nostra, le uniche squadre di serie A che potrebbero cambiare guida tecnica potrebbero essere paradossalmente proprio le due battistrada Juventus e Napoli, con Allegri e Sarri ancora indecisi sul proprio futuro, soprattutto in caso di successo finale. L'allenatore juventino piace moltissimo all'estero, in Inghilterra a Chelsea ed Arsenal, in Francia al Paris Saint Germain che certamente in estate darà il benservito ad Unai Emery.

Europa

Attenzione anche ad Antonio Conte, pure lui ad un passo dal divorzio col Chelsea, inizialmente in lizza per la panchina del Milan che però è ormai orientato a confermare Gattuso, e che ora può tornare di moda per la Nazionale, per il già citato Paris Saint Germain e, chissà, magari per un clamoroso ritorno alla Juventus nonostante i pessimi rapporti con Andrea Agnelli. Il Chelsea, nel frattempo, sembra voler stringere i tempi per Luis Enrique, pronto a tornare in pista dopo i fasti di Barcellona e che piace tanto anche al Bayern Monaco che, incassato il no di Tuchel, pensa proprio allo spagnolo per la guida tecnica del prossimo anno. Cambio di panchina pressoché certo pure all'Arsenal che saluterà Arsene Wenger dopo 21 anni e che ha in Massimiliano Allegri la prima idea per raccogliere l'eredità del francese, assieme ad un altro italiano, Carlo Ancelotti, al già citato Tuchel e all'attuale commissario tecnico della Germania Joachim Loew.

Italia

Chi ha più soldi di tutti, ovvero il Paris Saint Germain, guarda in Italia: Allegri è il grande sogno degli sceicchi proprietari del club francese, ma l'incertezza sul futuro del livornese potrebbe far virare i parigini su Conte che è certo al 100% di lasciare il Chelsea. E Juve e Napoli? I bianconeri, in caso di addio di Allegri, virerebbero su Simone Inzaghi che sta guidando ottimamente la Lazio, senza tralasciare Pochettino del Tottenham, ma anche Zinedine Zidane, al momento confermato a Madrid, e, come detto, il difficile ma non impossibile ritorno di Conte. Il Napoli, viceversa, sarebbe attratto dallo stesso Inzaghi, ma anche da Marco Giampaolo, provando a ripetere l'esperimento già effettuato con Sarri. Infine la nazionale azzurra: i nomi di Roberto Mancini e Carlo Ancelotti appaiono in pole position per sedere sulla panchina dell'Italia, e l'ingaggio di uno dei due potrebbe fare da apripista ad una girandola di allenatori che la prossima estate comporrà una prestigiosa e vorticosa nuova cartina del calcio europeo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal