Sport | Calcio

Milan: osservatori di Mirabelli in Portogallo per il primo rinforzo della prossima stagione

Lo staff del direttore sportivo milanista assisterà a Porto-Liverpool di Coppa Campioni per studiare e forse bloccare un obiettivo per i rossoneri del futuro

Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo e responsabile dell'area tecnica del Milan
Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo e responsabile dell'area tecnica del Milan (ANSA)

MILANO - Il Milan è in procinto di partire per la Bulgaria dove nel tardo pomeriggio di giovedì (inizio ore 19) affronterà a Razgrad il Ludogorets nell'andata dei sedicesimi di finale della Coppa Uefa. Un impegno non proibitivo ma da non prendere assolutamente sottogamba per gli uomini di Gattuso, chiamati ad ottenere un buon risultato già nel primo incontro con i bulgari. C'è poco tempo e poca voglia di pensare al calciomercato per i giocatori e per il tecnico, con la concentrazione al massimo in vista del dentro o fuori che non ammette repliche o errori, per non compromettere il proseguimento di una manifestazione nella quale i rossoneri vogliono andare il più avanti possibile. Ma per un Milan concentrato sul campo e sul tour de force di questo intenso mese di marzo, ce n'è un altro già proiettato verso la prossima stagione, quando a Milanello potrebbe sbarcare qualche nome nuovo che rinforzi l'organico milanista.

Viaggio in Portogallo

Proprio per questo, una delegazione dello staff di Massimiliano Mirabelli (che seguirà invece la squadra in Bulgaria) partirà per Oporto dove assisterà domani sera a Porto-Liverpool, andata degli ottavi di finale di Coppa dei Campioni, e dove terrà sotto stretta osservazione Hector Herrera, capitano dei lusitani e fulcro del centrocampo dei biancoblu. Herrera, classe 1990, è da tempo sul taccuino di Mirabelli?? ed è ritenuto il rinforzo ideale per il Milan del prossimo anno, bravo a ricoprire sia il ruolo di mediano davanti alla difesa che di mezz'ala, caratteristiche che potrebbero consentirgli di giocare sia al posto di Lucas Biglia e sia al posto di Kessie, colmando una delle lacune della rosa milanista. Inoltre, il centrocampista messicano può essere un'occasione dal punto di vista economico: la richiesta di 40 milioni di euro che il Porto aveva indicato nelle ultime due estati, infatti, si è notevolmente abbassata fino a dimezzarsi, poichè il contratto del calciatore sudamericano è in scadenza a giugno del 2019 e non verrà rinnovato, motivo per il quale il Milan può strapparlo ad una cifra fra i 20 ed i 25 milioni, ottenendo così un notevole sconto sul valore dato dai portoghesi ad Herrera. Gli osservatori del Milan prendono appunti e valutano colui che potrebbe essere il primo (o il secondo, considerando lo svincolato Strinic già bloccato dai rossoneri) acquisto rossonero della prossima stagione.