Sport | Calciomercato

Real Madrid e Psg, caccia al portiere in serie A: scelti i due candidati

Il rinnovo del basco Kepa con il Bilbao mette in moto un effetto domino di portieri. Psg e Real Madrid pronte a pescare in Italia, magari dividendosi le scelte.

Il basco Kepa del Bilbao che ha innescato il domino dei portieri
Il basco Kepa del Bilbao che ha innescato il domino dei portieri (ANSA)

MILANO - Oggi, nell’apprendere la notizia, i tifosi del Milan non si lasceranno prendere dall’inquietudine, specie dopo il frittatone commesso a Cagliari in occasione del gol di Barella, ma sulle tracce di Gianluigi Donnarumma sembra essere tornato prepotentemente il Real Madrid
Sono già diverse settimane che il nome del portierone rossonero è sui taccuini dei più importanti club d’Europa, con accanto un asterisco gigante che vuol dire solo una cosa: in vendita. Si, perchè indipendentemente da quanto recitato ormai a memoria dalla dirigenza di Casa Milan, a giugno il club di via Aldo Rossi sarà costretto ad una cessione illustre - se non due - e il cartellino di Gigio sembra essere quello più richiesto dalle big del continente.

Kepa innesca il domino
Se però fino a ieri sembrava una corsa a uno, con il solo Paris Saint Germain interessato al classe ’99 di Castellammare di Stabia, adesso il Real Madrid potrebbe tornare alla carica dopo aver registrato il rinnovo ufficiale del giovane portiere basco Kepa Arrizabalaga con l’Athletic Bilbao. L’accordo è stato raggiunto dopo il passo indietro ufficiale fatto da Zinedine Zidane che in un primo momento sembrava pronto a catturare Kepa a parametro 0. Adesso invece il nuovo contratto che lega il portiere al Bilbao fino 30 giugno del 2025, per giunta con una cospicua clausola rescissoria da 80 milioni di euro, rende il classe 1994 praticamente inavvicinabile. Tutto il contrario di Donnarumma che non solo è sul mercato, ma è anche libero da clausole che possano fissare l’acquisto ad un prezzo determinato.

Gigio a Madrid
Ecco perchè a giugno potrebbe essere proprio Gigione il colpaccio dei Blancos, con i campioni di Francia del Paris Saint Germain pronti a rifarsi con il brasiliano Alisson della Roma, anche lui in rampa di lancio verso nuovi e più remunerativi orizzonti. L’ennesima conferma che il calcio italiano e la nostra serie A non rappresentano più un punto d’arrivo per i calciatori, ma una semplice rampa di lancio verso campionati più competitivi.