24 agosto 2019
Aggiornato 04:00

Bonaventura out almeno 3 partite, a rischio anche la Nazionale

Domani esami strumentali per il fantasista rossonero dopo il leggero risentimento muscolare avvertito quasi al termine del trionfale match contro lo Shkendija nell’andata dei playoff di Europa League. Jack saltera di sicuro il Crotone e il ritorno in Macedonia, a rischio Cagliari e Nazionale.

L'esultanza di Bonaventura dopo il gol segnato al Craiova
L'esultanza di Bonaventura dopo il gol segnato al Craiova ANSA

MILANO - Era stato tutto troppo bello nella scintillante serata milanese. Un Milan devastante capace di seppellire sotto una valanga di reti il malcapitato Shkendija; le doppiette del nuovo bomber rossonero Andrè Silva e perfino di Riccardo Montolivo, a nove anni di distanza dalla sua ultima duplice segnatura; conferme importanti da tutti i nuovi ma anche dai grandi vecchi rossoneri come Antonelli, Suso e Zapata. Poi è entrato Jack e le luci a San Siro si sono spente.

Buio a San Siro
Nulla di tecnico per carità, per quanto la prestazione di Bonaventura, subentrato al quarto d’ora della ripresa al turco Calhanoglu non sia stata brillantissima: il buio a Milano è calato quando il numero 5 rossonero si è avvicinato alla panchina di Montella con lo sguardo sofferente dopo aver accusato un piccolo dolorino che ha funzionato come campanello d’allarme. La speranza è che questo segnale sia arrivato in tempo, ma la risposta arriverà solo domani quando Jack si sottoporrà ad esami strumentali per verificare l'entità del problema accusato contro lo Shkendija. 

A rischio la Nazionale
Si sussurra che possa trattarsi di un piccolo stiramento che terrà fuori dai giochi l’ex atalantino sicuramente a Crotone, e in Macedonia per il ritorno di Europa League. Molto probabilmente anche per la seconda giornata di campionato contro il Cagliari e sembra a rischio anche la convocazione in Nazionale per la delicatissima sfida contro la Spagna, valida per le qualificazioni al Mondiale di Russia 2018, in programma a Madrid il prossimo 2 settembre.