21 ottobre 2019
Aggiornato 17:30

Il Milan sfida la Juve per Keita: pronta un’offerta da 30 milioni

La competizione tra i rossoneri e i campioni d’Italia, in attesa di vedere gli sviluppi sul campo, inizia già dal mercato. Fassone e Mirabelli sembrano intenzionati a sferrare l’assalto decisivo al senegalese della Lazio con un’offerta che raddoppia quella messa sul piatto dalla Juve.

L'attaccante della Lazio Keita Balde
L'attaccante della Lazio Keita Balde ANSA

MILANO - Il duello tra Milan e Juventus, che nelle intenzioni della dirigenza rossonera dovrebbe diventare il leit-motiv delle prossime stagioni, soprattutto a livello di risultati sportivi, continua intanto a tenere banco sulle scrivanie del mercato. Dopo gli affari conclusi insieme, Bonucci in rossonero e De Sciglio alla corte di Allegri, Fassone e Marotta sono pronti a sfidarsi stavolta per l’attaccante senegalese Keita Balde Diao, con Claudio Lotito spettatore interessato a quanto mai esaltato all’ipotesi di asta per il suo calciatore.

Juve, non ci siamo
C’è da dire che il Milan si era già fatto avanti in tempi non sospetti per l’attaccante biancoceleste, ricevendo però in cambio un rifiuto piuttosto netto dall’entourage del ragazzo, affascinato dalla prospettiva di poter finalmente giocare la Champions League con la maglia della Juventus. Marotta però non ha mai affondato il colpo, anzi: la sua prima offerta ufficiale alla Lazio, 15 milioni, ha letteralmente fatto il solletico al presidente Lotito.

Offerta raddoppiata
Fassone dal canto suo sembra intenzionato a mettere sul piatto una cifra doppia, 30 milioni per portare subito il classe ’95 a Milanello. La differenza rispetto all’inizio del mercato è che adesso il Milan rappresenta agli occhi dei calciatori ben altra meta: se prima la maglia rossonera era vista come un bellissimo cimelio ricco di storia ma di nessun presente, adesso le ritrovate ambizioni della nuova proprietà hanno modificato completamente la percezione del Milan agli occhi dei diretti interessati. 
È questa la ragione per cui la trattativa non andata in porto un paio di mesi fa, potrebbe invece adesso subito una brusca accelerazione, con il risultato che Montella potrebbe finalmente avere un attaccante talentuoso, giovane, con tanta fame si successo e la voglia di spaccare il mondo. Esattamente quello che serve al nuovo Milan cinese.