30 novembre 2020
Aggiornato 20:30
Calciomercato

Bacca al Marsiglia: vero a metà

L’attaccante colombiano ha trovato l’accordo con il club francese, disposto però a prendere l’ex Siviglia solo in prestito con eventuale diritto di riscatto. Il Milan invece intende monetizzare, pur accettando l’ipotesi di una minusvalenza, quindi una cessione inferiore ai 20 milioni di euro. Comunque definitiva.

MILANO - Le novità tanto attese dal popolo rossonero per quanto riguarda il mercato in uscita tardano ad arrivare. Un problema che inquieta non poco una tifoseria già abbondantemente gasata per quanto fatto finora dalla coppia regina del mercato Fassone e Mirabelli, ma ancora in attesa del colpo capace di scuotere definitivamente i fans del diavolo. Si, perchè senza la cessione di qualche elemento in esubero, Carlos Bacca su tutti, il budget per il centravanti richiesto da Montella resta difficilmente quantificabile, di fatto bloccando le ulteriore manovre in entrata.

Niente prestito
Nella placida e sonnolenta domenica di ieri si era sparsa una voce relativa al raggiunto accordo per il trasferimento dell’attaccante colombiano al Marsiglia. Indiscrezione vera a metà: confermato infatti che la punta dei Cafeteros avrebbe trovato l'accordo con il club allenato quest’anno da Rudi Garcia, sulla base di 3.5 milioni annui più bonus, ma è ancora parecchio di là da venire quello con il Milan che detiene il cartellino di Bacca. I francesi infatti sarebbero disposti a prendere il numero 70 rossonero solo in prestito con diritto di riscatto, opzione che Fassone e Mirabelli non tendono neppure a prendere in considerazione alla luce dei 31 anni suonati dell’ex Siviglia.
In via Aldo Rossi si potrebbe accettare una minusvalenza e quindi una cessione per una cifra inferiore ai 20 milioni di euro, ma comunque definitiva.