16 dicembre 2019
Aggiornato 03:30
Calciomercato

Vangioni ai saluti: rescissione con il Milan e il ritorno al River Plate

Dopo una sola stagione decisamente incolore, il mancino argentino è pronto a tornare in Argentina. Per lui rescissione del contratto e ritorno nel club dal quale è arrivato al Milan. Un addio che non farà disperare i tifosi rossoneri.

Siamo ai saluti finali per Vangioni al Milan
Siamo ai saluti finali per Vangioni al Milan ANSA

MILANO - Uno dopo l’altro andranno via tutti. Potrebbe essere il titolo di un film, ma in realtà è solo la fotografia di quanto accadrà da qui alla fine del mercato al Milan e a tutti i calciatori in esubero che saranno costretto a lasciare Milanello. Uno di questi è Leonel Vangioni, oggetto misterioso per tutta la prima parte di stagione, buttato poi nella mischia per la moria di terzini, ma mai apparso adeguato alle ambizioni del Milan. 
Un giorno Adriano Galliani e lo scopritore di talenti Maiorino dovranno spiegarci il senso della folle operazione che ha portato questo illustre carneade ad indossare una maglia prestigiosa ed impegnativa come quella rossonera. Ma tant’è, il passato ormai è passato. Voltiamo pagina. 

Ritorno a casa
Ebbene, sembra che la trattativa per far tornare Vangioni al River Plate stia per entrare nel vivo. Fassone e Mirabelli hanno metabolizzato l’informazione che dalla cessione del terzino sarà impossibile monetizzare ed allora ecco il piano: rescissione consensuale del contratto che lega il ragazzo al Milan per altri 12 mesi e un addio prematuro che non lascerà vedove tristi tra i tifosi rossoneri.
A quel punto il classe ’87 Villa Constitución sarà libero di riaccasarsi al River, esattamente come era andato via la scorsa stagione, gratis. Sembra proprio che per Vangioni nessuno sia disposto a sborsare neppure un euro.